eurolega

Come cambia l’Eurolega con il ridimensionamento di Jordi Bertomeu?

Coppe Europee Eurolega Home

Contrariamente da quello che si poteva pensare con la prima notizia, Jordi Bertomeu non sarà del tutto estromesso da Euroleague, anzi. Lo spagnolo rimarrà CEO dell’organizzazione, che guida dalla sua fondazione nel lontano 2000. A differenza di prima però Bertomeu non farà più parte del board, composto ora soltanto dalle 11 squadre con licenzia pluriennale (che a breve diventeranno 13). Queste squadre sono, in ordine alfabetico: Anadolu Efes, Barcellona, Baskonia, CSKA Mosca, Fenerbahce, Maccabi Tel Aviv, Olimpia Milano, Olympiacos, Panathinaikos, Real Madrid e Zalgiris Kaunas.

Com’è sempre stato, saranno questi club i proprietari di Euroleague, Jordi Bertomeu era e rimarrà un loro “dipendente” con la posizione di CEO. La scelta di ridurre la sua importanza deriva dal fatto che le squadre non sono soddisfatte della sua gestione negli ultimi anni e vogliono avere maggiore controllo.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.