Copa del Rey: tris del Real Madrid, ma che fatica contro Gran Canaria

Estero Home Spagna

Herbalife Gran Canaria – Real Madrid 81-85
(18-24; 38-40; 69-62)

I giocatori del Real Madrid festeggiano la terza Copa del Rey consecutiva.
I giocatori del Real Madrid festeggiano la terza Copa del Rey consecutiva.

La finalissima tra il favorito Real Madrid e gli sfidanti canarini è terminata con un successo di misura dei Blancos, che hanno dovuto sudare sette camicie per poter portare a casa la terza Copa del Rey consecutiva.

Nonostante un approccio alla partita molto aggressivo da parte dell’Herbalife Gran Canaria, nei primi minuti è il Real Madrid ad avere in mano l’inerzia del match, grazie al dominio nel pitturato di Gustavo Ayon e Augusto Lima. Se il primo è fondamentale sia sotto il canestro avversario che a protezione del proprio, il neo-madrileno Lima dà una spinta in più ai suoi compagni ad opera delle sue potenti schiacciate. Nel secondo quarto ci pensa la vena realizzativa dell’esterno domenicano Eulis Baez a ridurre le distanze per Gran Canaria: la sua tripla aperta sulla sirena sancisce il 38-40 dell’intervallo.

Le due squadre escono dagli spogliatoi consce che la partita è ancora tutta da decidere e nessuna si concede di conseguenza un calo di concentrazione. Ayon da una parte e Albert Oliver dall’altra guidano i rispettivi compagni, il primo con la difesa e il lavoro in post, il secondo con la solita spiccata fantasia quando in possesso della palla. Nonostante Gran Canaria dia il 100%, il Real mantiene sempre un vantaggio che, seppur minimo, pare mettere la coppa al sicuro nelle mani del capitano Reyes. Ma l’Herbalife in questa competizione ha già dimostrato di essere in grado di portare al termine delle insperate rimonte ed è quindi comprensibile la preoccupazione sul volto di coach Laso quando Xavi Rabaseda, a 23 secondi dal termine, mette a referto la tripla del -4.

Gustavo Ayon è l'MVP della finale.
Gustavo Ayon è l’MVP della finale.

L’allenatore madrileno, però, si tranquillizza quando i liberi intelligenti di Sergio Rodriguez rispediscono al mittente i tentativi di rimonta dei pio-pio, il cui sogno di vincere la Copa del Rey per la prima volta nella storia svanisce in un battibaleno. Il Real si aggiudica la coppa nazionale spagnola per il terzo anno consecutivo, ma tutto il Coliseum De La Coruña regala una standing ovation agli sfidanti, protagonisti di una Copa di enorme qualità e carattere. Gustavo Ayon viene nominato – a ragion veduta – MVP della finale.

Gran Canaria: Pangos 3, Oliver 16, Savané 4, Newley 8, Salin 3, Seeley 9, Baez 8, Pasecniks 2, Pauli, Rabaseda 14, Omic 8, Aguilar 6.

Real Madrid: Rivers 10, Nocioni 7, Doncic, Maciulis 11, Reyes 12, Rodriguez 11, Ayon 15, Carroll 13, Lima 4, Llull 2, Hernangomez, Taylor.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.