Coppa Italia A2, Matteo Fantinelli: “Siamo affaticati, ma proveremo a buttare il cuore oltre l’ostacolo”

Esclusive Serie A2 News

In occasione della Coppa Italia di Serie A2 che si svolgerà a Bologna, all’Unipol Arena, questo weekend, BasketUniverso ha realizzato otto interviste ai protagonisti della competizione.

La penultima intervista che vi proponiamo, dopo quelle di Jazz Ferguson, Alessandro Amici, Andrea Pecile, Matteo PalermoMarco Spissu e Alessandro Piazza, ha come protagonista Matteo Fantinelli, playmaker della De Longhi Treviso, alla sua terza stagione in terra veneta e ormai perno cardine del sistema e di un progetto che punta alla riconquista della Serie A.

 

In che condizione fisica e mentale arrivate alla Coppa Italia?

Siamo affaticati personalmente e a livello di squadra: siamo in un momento non brillante, possiamo anche dire in emergenza, ma proveremo comunque a buttare il cuore oltre l’ostacolo come abbiamo fatto più volte in questi anni.

 

Il vostro avversario in Coppa sarà la Virtus Roma: come pensate di prepararvi a questo match d’esordio?

Abbiamo iniziato a preparare la gara contro i capitolini in questi giorni, anche se conosciamo alcuni componenti della squadra; personalmente ho una grande stima per l’allenatore Corbani e la squadra in generale. Sono convinto che sarà una bella battaglia, sono molto bravi e il nostro obiettivo sarà di confermare il loro gioco corale.

 

Fantinelli ( Treviso) il migliore dei suoiSecondo te chi è la favorita per la vittoria finale?

Credo che la Virtus Bologna la favorita: gioca in casa, anche se in queste competizioni può succedere di tutto dato che si tratta di partite secche. 

 

Ormai è il secondo anno che giocate con la formula di Division Est/Ovest: che idea ti sei fatto finora di questa formula?

Questa formula mi piace abbastanza anche se ha una nota dolente, ossia una sola promozione in Serie A. Si tratta effettivamente di due campionati, Est ed Ovest, e una promozione è troppo poco a mio parere. 

 

Da ormai due anni siete ai vertici della A2, secondo te cosa vi manca per fare il salto in Serie A?

Difficile a dirsi: le squadre favorite all’inizio non sono sempre le vincenti finali, in particolare noi. Sono due anni che lavoriamo duramente tutti i giorni in palestra per cercare di migliorarci e arrivare fino in fondo nelle migliori condizioni possibili. 

 

Si ringraziano Matteo Fantinelli e la De Longhi Treviso per la disponibilità dimostrata.

Grafica di Walter Bertagnoli.

  • 8
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.