Coppa Italia, Final8: Snaer in formato MVP distrugge la Reyer

Home

ENEL BRINDISI-REYER VENEZIA 83-70

I QUARTO

Andre Smith apre le danze, Brindisi sbaglia i primi tiri e i lagunari volano sull’11-0 con Crosariol e Taylor precisi al tiro. Delroy James scongela i suoi con una tripla fortunosa, che di fatto riapre la partita. Crosariol fa voce grossa sotto il ferro, ma Todic riduce il gap con una bomba, James schiaccia per il -3 (13-16). Negli ultimi minuti una sequenza di errori da parte di entrambe le formazioni fissa il punteggio di 16-20 per gli orogranata.

II QUARTO

Tripla di Snaer, tripla di Formenti, altri cinque punti di Snaer e una schiacciata di Formenti: 15-0 di parziale dei pugliesi, che ormai prendono saldamente il comando della partita in pochi minuti. I veneziani calano troppo d’intensità e Brindisi punisce le distrazioni difensive con le triple. Crosariol e Rosselli ci provano, la Reyer tocca il -4 (39-35), ma la coppia Campbell-Snaer è on fire, all’intervallo lo score recita 44-35 per i ragazzi di Bucchi.

III QUARTO

La Reyer parte male, Snaer è immarcabile, Brindisi rimane costante sul +10. Smith non molla e con un paio di azioni personali porta la Reyer a contatto, con soli cinque punti di differenza, ma Snaer è devastante, la sua tripla vale la doppia cifra di scarto. Smith e Linhart permettono alla Reyer di concludere il terzo periodo sotto di sette (60-53).

IV QUARTO

Ci si aspetta una reazione della truppa di Markovski, invece Brindisi scappa subito e domina l’intero quarto, oggettivamente molto brutto, pieno di errori, soprattutto dei play veneziani che cercano di recuperare frettolosamente. Smith crolla, non riesce a trascinare i suoi, Vitali illude con una tripla, ma porta i suoi sulla terra con alcuni errori gravi in fase d’impostazione, concedendo parecchi punti in contropiede all’Enel. Vince Brindisi con merito, che ha saputo rimanere salda, nonostante un inizio shock.

MVP: Snaer, ha ammazzato letteralmente la difesa veneziana, ventisette punti, con bombe importantissime nei momenti di difficoltà.

LVP: Andre Smith, presente solo nei primi minuti, poi buio totale. Qualche giocata da Smith, ma poco concreto quando doveva caricarsi la squadra sulle spalle. Menzione anche per Aaron Johnson, alcuni assist, ma troppe palle perse.

Brindisi: James 10, Todic 8, Morciano, Formenti 5, Dyson 12, Lewis, Chiotti, Jurtom, Zerini 4, Snaer 27, Leggio, Campbell 17. All. Bucchi
Venezia: Peric, Giachetti, Rosselli 4, Linhart 8, Vitali 9, Taylor 18, Smith 19, Akele, Magro, Johnson, Crosariol 12. All. Markovski

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.