Coronavirus, Menetti di Treviso: “Benedetto il decreto che non ci ha fatto giocare con Pesaro”

Serie A News

L’allenatore di Treviso, Max Menetti, ha commentato l’evoluzione dell’emergenza Coronavirus sul quotidiano veneto La Tribuna.

In seguito alla notizia della positività al Covid-19 di due tesserati di Pesaro, il coach della De’ Longhi ha benedetto il fatto che sabato scorso la sua società abbia deciso di lasciare immediatamente le Marche e di non giocare il giorno dopo con la Vuelle. Inoltre Menetti ha parlato anche della fuga di Logan e Parks che nei giorni scorso hanno lasciato frettolosamente l’Italia per tornare negli Stati Uniti.

Non giudico la scelta dei due giocatori: ognuno fa ciò che ritiene opportuno e se ne assumerà le responsabilità. Fino a due settimana fa si parlava di una brutta influenza e ci si opponeva alle porte chiuse perciò oggi non riesco a pensare a quando e come riprenderemo, ci auguriamo tutti di poter concludere la stagione ma secondo me sarebbe un successo già ripartire normalmente ad agosto. Per fortuna non siamo mai venuti a contatto con la squadra di Pesaro perché sabato notte siamo tornati a casa grazie a quel benedetto decreto. Abbiamo effettuato i controlli e direi che siamo stati fortunati, mi auguro che i due contagiati abbiano un decorso positivo e che nessun altro venga colpito da questo virus.

 

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.