Cosa c’è dietro al “pasillo” del Real a Bilbao?

Home

Nelle ultime ore, il video della passerella del Real Madrid ai giocatori del Bilbao Basket sta spopolando sul web. Molti sono rimasti colpiti dalla sportività dei Blancos nei confronti dei colleghi baschi, in sciopero a causa della crisi finanziaria della società. Ma qual è, effettivamente, la critica situazione del club? Basketuniverso ha cercato di analizzarla per voi.

La storia recente del Bilbao Basket

Lo stemma del Bilbao Basket (99sportslogos.com)
Lo stemma del Bilbao Basket (99sportslogos.com)

Il Club Basket Bilbao Berri è una squadra molto giovane: viene fondato e direttamente iscritto al campionato di Liga LEB2 (successivamente Adecco Oro) nell’anno 2000. L’imprenditore basco Gorka Arrinda è proprietario e maggiore azionista del club. L’obiettivo della prima stagione del team è chiaramente evitare la retrocessione, ma negli anni seguenti l’asticella si alza vistosamente per gli Hombres de negro, forti degli ambiziosi progetti della dirigenza basca. Già tre anni dopo, nella stagione 2003-04, Bilbao si aggiudica la promozione nella Liga ACB eliminando il Granada in finale di playoff.
Negli anni successivi, dopo aver evitato il ritorno in Oro per tre anni consecutivi, la squadra basca compie il definitivo salto di qualità, passando dalla zona retrocessione alla metà più alta della classifica. Nella stagione 2008-09 il Bilbao Basket partecipa alla prima competizione europea della sua storia: l’Eurocup di cui raggiunge al primo tentativo le Final Eight di Torino.
La crescita esponenziale del team basco non sembra avere limiti: due anni dopo (2010-11), dopo essersi qualificati ai playoff come sesta testa di serie del torneo, gli uomini dell’allora coach Katsirakis raggiungono le finali eliminando avversari illustri come Valencia e Real Madrid, salvo poi cedere 3-0 all’imperiale Barcellona. L’anno successivo, l’ultimo della grande ascesa dei baschi, vede gli Hombres de negro raggiungere i quarti di finale sia in Eurolega che in campionato, senza tuttavia avanzare ulteriormente in alcuna delle competizioni.

Il Bilbao Basket al Mirabilla in Eurocup (eurocupbasketball.com)
Il Bilbao Basket al Mirabilla in Eurocup (eurocupbasketball.com)

Dal 2012 in poi comincia il precipitoso declino che sfocia nella crisi economica di questi giorni. Durante il mercato estivo di quell’anno partono molti dei talenti che avevano fatto grande la squadra, condizionando così le ambizioni stagionali, stravolte tuttavia dalla sorprendente qualificazione alla finale di Eurocup poi persa contro il Lokomotiv Kuban. In campionato, per contro, la squadra abbandona i playoff al primo turno contro il solito Barcellona. La stagione attuale è un inferno per i tifosi bilbaini, che dopo aver visto i propri beniamini ad un passo dall’Olimpo del basket spagnolo rischiano di assistere alla chiusura prematura di una società gravemente malata.

Quali sono le cause della crisi del club?

Le fonti principali dei problemi economici della società basca sono, paradossalmente, i successi sportivi raggiunti dalla squadra nello scorso decennio. Per realizzare i progetti – fin troppo ambiziosi – di un club con pochi anni di vita alle spalle, la dirigenza basca ha dovuto spendere più del necessario, creando un passivo di sei milioni di euro. Già nell’estate del 2012 era stato necessario l’intervento del governo della Repubblica Federale dei Paesi Baschi per tenere in vita il club a cui ancora faceva capo Arrinda.
I tempi di recessione, tuttavia, hanno spinto il governo iberico a tagliare i fondi – e la tolleranza – alle società sportive del paese; motivo per cui a dicembre la Diputaciòn de Vizcaya (l’organo governativo del territorio storico dei Paesi Baschi) ha dichiarato di non poter aiutare una seconda volta il Bilbao Basket (curioso come tali provvedimenti non tocchino invece i club di calcio Barcellona e Real Madrid, che insieme accumulano un debito totale di 900 milioni (!) di euro). Le dichiarazioni di dicembre del proprietario basco riassumono alla perfezione lo stato d’animo all’interno della società:

<< Se non troviamo almeno un milione e mezzo di euro, non potremo permetterci di pagare nessuno all’interno della società. La nostra situazione è problematica, siamo quasi alla canna del gas.>> Gorka Arrinda, ex proprietario del Bilbao Basket.

L'ex proprietario del club Gorka Arringa posa con i colori del Bilbao Basket (mundodeportivo.com)
L’ex proprietario del club Gorka Arringa posa con i colori del Bilbao Basket (mundodeportivo.com)

Arrinda, tuttavia, ad inizio 2014, prova un ultimo tentativo per salvare il club, lanciando un progetto di collaborazioni e partnership ai fini di risanare il bilancio del club basco. Ciononostante, lo sponsor storico della squadra, l’Igualatorio Médico Quirurgico (IQM), ha comunicato poco più di un mese fa che gli accordi con la dirigenza della squadra di basket della città sono saltati. Per il proprietario degli Hombres de negro, il forfait dell’IQM è stata la mazzata finale. Arrinda vende il proprio pacchetto azionario a cinque investitori diversi, che dopo due settimane dall’acquisto della società non hanno ancora messo un uomo a capo del club.

Qual è, dunque, la situazione attuale del club?

Attualmente il Bilbao Basket è in crisi nera; da quasi un anno e mezzo i giocatori non ricevono gli stipendi, e da dicembre la stessa sorte è toccata anche al resto dello staff. Il club, con un debito che si aggira intorno ai sei milioni di euro, rischia di dover abbandonare la Liga ACB addirittura a stagione in corso.
La carica di proprietario, rimasta vacante dopo l’addio di Arrinda, ha creato una situazione di caos a livello societario, terreno fertile per le polemiche dei dipendenti. Prima della partita contro il Real Madrid di domenica, giocatori e staff tecnico si sono riuniti allo stadio Miribilla per una sessione a porte chiuse, nella quale è stata presa l’importante decisione di iniziare uno sciopero a partire da lunedì 24 marzo. Pesanti le dichiarazioni di due icone del basket bilbaino come Alex Mumbrù e Roger Grimau:

Il "pasillo" del Real ai giocatori del Bilbao Basket di domenica, la scena che ha commosso il mondo dello sport (article.wn.com)
Il “pasillo” del Real ai giocatori del Bilbao Basket di domenica, la scena che ha commosso il mondo dello sport (article.wn.com)

<< Ci sentiamo manipolati. Ci sono state promesse cose che non si sono mai realizzate e tutti noi abbiamo la sensazione che non vedremo un euro fino alla fine della stagione.>> Roger Grimau, guardia del Bilbao Basket.

<< Ad inizio stagione ognuno ha negoziato il proprio contratto come ha potuto. Ci è stato mostrato un calendario degli stipendi, voglio sperare che ci fossero serie intenzioni di rispettarlo. C’è stato qualche pagamento, ma di poco. Sono state sempre cifre basse e per di più consegnate ad intervalli irregolari.>> Alex Mumbrù, capitano del Bilbao Basket.

Attualmente la squadra si sta allenando, poichè per la legge spagnola uno sciopero può iniziare solamente cinque giorni dopo l’annuncio ufficiale. Ciononostante, i giocatori baschi non dovrebbero scendere in campo domenica a Barcellona, per il 25° turno di Liga Endesa. Cosa accadrà in futuro al team non è dato sapersi; la speranza è che i tifosi di Bilbao non debbano rinunciare alla squadra che hanno sempre riempito d’affetto nella gioia e nel dolore.

[banner network=”altervista” size=”300X250″]

Niccolò Armandola

1 thoughts on “Cosa c’è dietro al “pasillo” del Real a Bilbao?

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.