Crawford trascina la Vanoli al successo: l’Alma si scioglie nell’ultimo quarto

Serie A Recap

VANOLI CREMONA – ALMA TRIESTE 87 – 78

(19-18; 21-21; 21-22; 26-17)

Al Pala Radi si sono affrontati, per la nona giornata della Serie A, i padroni di casa della Vanoli Cremona e l’Alma Trieste. Alla fine a spuntarla è stata proprio Cremona, che, grazie a i 24 di Crawford, ai 15 di Ricci e ai 12 di Ruzzier, porta a casa una partita equilibrata decisa solo nell’ultimo quarto. All’Alma non bastano i 16 di Silins e i 12 a testa di Fernandez, Sanders e Peric. 

I primi punti della gara sono di marca giuliana con la tripla di Silins che porta avanti Trieste, mentre Cremona soffre e subisce anche il +4 con Peric. Ci pensano allora Crawford e Mathiang a rimettere in carreggiata la Vanoli che giunge, così, al pareggio. Ancora Crawford segna anche il vantaggio per i padroni di casa, ma Fernandez e Peric portano poi a +7 l’Alma.  Sempre Crawford prova a scuotere la Vanoli, ma Silins tiene a distanza Trieste. L’Alma però subisce il ritorno di Diener e compagni che con un parziale di 5-0 rimettono in piedi la gara e poi con la tripla di Aldrige passano in vantaggio (+3). Trieste però trova proprio allo scadere del quarto il -1 con Peric in tap in. Si torna così in campo sul 19-18 e con Demps che segna subito il ventunesimo punto. Trieste reagisce con Da Ros, ma ancora Demps trasforma per il +3 della Vanoli. Cremona non si ferma e con Crawford e Ruzzier si spinge anche fino al +8. L’Alma ci prova con Silins (-5), ma Mathiang e Ruzzier tengono a +9 i padroni di casa. I giuliani si affidano allora al tiro dalla distanza per restare in partita e grazie a Sanders e Silins riescono a recuperare fino al -3, nonostante i punti di Crawford. Al termine del tempo c’è ancora spazio per il -1 firmato Wright, che fissa il punteggio sul  40-39.

Silins e compagni non riescono nell’impresa, l’Alma non passa a Cremona.

Al rientro in campo Peric porta subito avanti l’Alma, ma Mathiang ristabilisce velocemente il +2 per la Vanoli. Peric e compagni trovano poi il vantaggio che però dura poco, perché Aldrige e Crawford con due triple in fila rimettono a +4 Cremona. Wright ci prova, ma Ricci ancora da tre infila il +5 e la Vanoli resta in vantaggio. Ci pensa allora Fernandez a riportare avanti l’Alma, ma Diener segna nuovamente il +1 per Cremona. Partita molto equilibrata ora con le due squadre pronte a rispondersi colpo su colpo, con Ruzzier e Fernandez grandi protagonisti. L’equilibrio non si spezza e al termine del terzo quarto permane la parità (61-61). Nell’ultimo periodo Peric risponde subito a Saunders dalla lunetta e poi ancora Saunders va a segno per il nuovo vantaggio della Vanoli (+2). Tocca poi a Crawford segnare il +4, mentre Da Ros prova a tenere in partita l’Alma. Trieste però ha ormai perso la bussola, così Ricci e Mathiang con un parziale di 10-0 infilano il +11 per Cremona. L’Alma prova a reagire con rabbia e grazie a Sanders e Wright torna sotto fino al -4, ma Crawford e Ruzzier tengono a distanza la Vanoli (+7). Knox e compagni ci provano fino alla fine ma ormai è tardi, Cremona mantiene il vantaggio e vince meritatamente 87-78.

VANOLI CREMONA: Saunders 10 Feraboli ne, Gazzotti 0, Diener 5, Ricci 15 Demps 4, Ruzzier 12, Mathiang 9, Crawford 24, Aldrige 8;

Coach: Romeo Sacchetti

ALMA TRIESTE: Coronica 0, Peric 12, Fernandez 12, Wright 7, Strautins, Janelidze ne, Silins 16, Cavaliero 2, Da Ros 6, Sanders, Knox 10, Mosley 1, Schina ne; 

Coach: Eugenio Dalmassson

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.