Cremona-Cantù, le pagelle: Hayes e Wilson dominano i tabelloni, per la Vanoli fioccano le insufficienze

Home Pagelle Serie A

Vanoli Cremona

Giulio Gazzotti: 5.5. Si è trovato a sorpresa a diventare il centro di riferimento di Cremona. Ad oggi solo Sobin sta facendo meglio di lui.

Vojislav Stojanovic: 4. Giocatore dal talento smisurato. Ma in serate come questa è meglio lasciarlo in panchina 40 minuti. 1/13 dal campo, di cui 1/9 da due.

Michele Ruzzier: 4.5. Non è ancora al top della forma e si vede.

Nicola Akele: 5. Sfortunato in un paio di circostanze però ci vuole molto di più per fare la differenza in Serie A.

Wesley Saunders: 6.5. Cerca di tenere in piedi la baracca, però è difficile farlo da solo contro questa Cantù.

Matt Tiby: 3. Come i minuti giocati. Un separato in casa. E si capisce.

Travis Diener: 6.5. Prova più volte a dar la scossa ma senza esito perché Cantù ha sempre risposto prontamente. E poi c’è quell’infortunio… Forza Travis, ti aspettiamo in campo già il prossimo weekend!

Jordan Mathews: 5. Nessuno si aspettava da lui una stagione come Drew Crawford. Ma tra quello che abbiamo visto questa sera e Crawford ci sono dodicimila sfumature intermedie.

Josip Sobin: 6. Sfiora la doppia doppia ma soffre tremendamente in difesa Hayes e Wilson.

All. Meo Sacchetti: 5. La sua Vanoli ha giocato una partita degna dei capolavori di John Carpenter. Se una squadra di Sacchetti tira 3/20 dalla lunga distanza, non può competere con nessuno.

Acqua San Bernardo Cantù

Jeremiah Wilson: 8. Si tratta del giocatore più esperto del roster canturino. Questa sera l’ha dimostrato e ha aiutato il compagno di merende Kevarrius Hayes a fare il fenomeno.

Jason Burnell: 6.5. L’highlight della sua partita è quella schiacciata dove ha mostrato i muscoli. Burnell può essere la chiave di volta di questo team.

Corban Collins: 6. Serataccia al tiro (1/6) però quell’unica tripla a bersaglio è stata fondamentale perché arrivata da nove metri e sulla sirena.

Kevarrius Hayes: 7.5. Un dominatore. L’ex Florida non è solo quello che si legge a referto: intimidatore, lettore di situazioni e soprattutto sempre il primo ad incoraggiare i compagni/amici. E comunque 6 stoppate sono sempre 6 stoppate.

Andrea Pecchia: 6.5. In attacco si vede poco però Pancotto lo tiene in campo più di tutti perché, pur non trovando il canestro, lui è colui che dà l’energia difensiva di cui i brianzoli hanno bisogno.

Cameron Young: 6.5. Ci ha probabilmente illuso con la partita di Brindisi. Ha enormi margini di miglioramento ma già una prestazione come quella di stasera, ad oggi, potrebbe andare bene al suo coach.

Wes Clark: 7. Finalmente sta tornando il giocatore che avevamo avuto modo di apprezzare nella prima metà di campionato lo scorso anno in Puglia. 13 punti, 5 rimbalzi e 4 assist.

All. Cesare Pancotto: 7. Tanti alti e bassi ma questa sera la sua squadra è stata perfetta. Anche se forse la vera conferma di continuità potrà arrivare settimana prossima in casa contro la Virtus Roma. Intanto, per oggi, il coach di Porto San Giorgio può sorridere.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.