Reggio Emilia va oltre la sfortuna e batte una molle Cremona

Serie A Recap

VANOLI CREMONA – GRISSIN BON REGGIO EMILIA

(13-14, 22-21, 13-15, 20-21)

Il cuore oltre l’ostacolo. Con questo spirito Reggio Emilia vince la sua seconda partita in campionato contro i favori del pronostico, vista la perdita in settimana di Chris Wright e Reynolds per infortunio (aggiuntisi a un’infermeria già piena). La Vanoli sembra aver sottovalutato l’impegno, giocando con pochissima intensità e tanta superficialità.

Reggio Emilia parte meglio di Cremona, giocando molto più libera e punendo subito dall’arco con Della Valle e Sanè. Martin perde 3 palloni nei primi minuti ma poi rimette in partita la Vanoli con un tiro dall’arco che apre un parziale di 7-0 dei padroni di casa i quali cavalcano in maniera continua Henry Sims (6 punti). Per gli emiliani a dirigere quasi tutte le azioni è Amedeo Della Valle che chiude con 9 dei 14 punti di squadra ma anche 4 palle perse. Proprio le palle perse non permettono agli ospiti di andare in fuga nonostante le bassissime percentuali di Cremona (meno del 30%) e il primo quarto si chiude in equilibrio (13-14). Cremona sembra più carica nel secondo quarto e con le seconde linee, in particolare Gazzotti e Ruzzier, trova il massimo vantaggio sul +6 grazie anche a un 4/6 da tre che punisce la continua zona di Menetti. Della Valle e compagni però non mollano e con i rimbalzi in attacco (3 per un positivo Sanè) restano a contatto andando negli spogliatoi in parità (35-35).
Nel terzo quarto Cremona non segna un punto per 5 minuti, per azione combinata della difesa avversaria salita di tono e del proprio attacco confusionario a difesa schierata (alternata uomo e zona). Reggio scappa così sul +9 cavalcando Wright ma poi la Vanoli va con il quintetto piccolo (Sims e Milbourne in difficoltà in questo quarto) e i due cugini Diener ricuciono lo strappo fino alla tripla sulla sirena di Ruzzier per il 48-50 con cui si aprono gli ultimi dieci minuti. Nel quarto quarto Cremona si appoggia ancora a Sims e va molto in lunetta ma tirando malissimo i liberi (10/19) e Reggio Emilia, nonostante la stanchezza per la panchina cortissima, resta davanti con due triple di Della Valle (24 punti). Johnson-Odom, silente fino a questo punto della partita, trova 5 punti consecutivi e Cremona sembra fare il passo decisivo verso la vittoria. Ma negli ultimi minuti sbaglia tutte le scelte, difensive e offensive, Wright con due rimbalzi offensivi (18 e 14 il suo tabellino) trova il +1. Dopo il timeout DJO pasticcia e perde palla, la Vanoli non riesce a fare fallo e Markoishvili può schiacciare comodamente il canestro del 68-71. Il punteggio resterà tale perchè Cremona non riesce a trovare il tiro per pareggiare e Reggio vince una insperata (alla vigilia) ma meritata partita.

Vanoli Cremona: Johnson-Odom 9, Martin 12, Gazzotti 5, T. Diener 7, Ricci 3, Ruzzier 9, Portannese NE, Ariazzi NE, Sims 15, D. Diener 5, Milbourne 3.

Grissin Bon Reggio Emilia: Mussini 6, Wright 18, Bonacini, Candi, Della Valle 24, Markoishvili 9, Cipolla NE, Sanè 8, De Vico 6, Tchewa Tchamadeu NE.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.