Curiosità NBA: gli eccessi delle star

NBA News

Li abbiamo ammirati lungo questa ultima strana stagione NBA, conclusasi con il trionfo dei Los Angeles Lakers su Miami Heat. Loro, le star dell’NBA, protagonisti assoluti dentro e fuori dal campo. Sì, perché oltre ad essere straordinari atleti, le star dell’NBA hanno storie e passioni molto particolari.

Una dei talenti più puri degli ultimi anni ha una passione smodata per… il golf. Ebbene sì, Stephen Curry condivide con Michael Jordan la passione per il prato verde, la pallina bianca e le mazze da golf. Il vincitore di due titoli di MVP conseguiti consecutivamente, il secondo dei quali in quella stagione 2015-2016 che lo vide segnare 402 triple nell’arco della sola regular season, è un gran bel giocatore di golf. Il play americano ha anche giocato a golf a livello professionale e pratica questo sport da quando aveva otto anni. Merito del papà Dell che lo iscrisse nella squadra della scuola elementare per dare al figlio una valida alternativa alla pallacanestro, sport che, per motivi fisico-atletici, prima della high school gli regalò ben pochi spunti di gioia.

Ben Simmons ed il Football

Altro campione, altro sport. Ben Simmons, matricola dell’anno nel 2018 ed All-star nel stagione passata, un talento di cui sentiremo parlare molto a lungo nei prossimi anni, ha una enorme passione per il Football Americano. A tal punto da ricevere una convocazione dalla nazionale U10 per i Wallabies. La passione per la palla ovale l’ha aiutato anche lungo la carriera da cestista visto che Ben vanta otto assist di media in NBA. Inoltre, durante un’intervista realizzata da Foot Locker, si è descritto come un grande appassionato di calcio, rimandando tutti a vedere il filmato del suo auto-assist in “bicicleta” prima di un canestro circense con tanto di menzione a Cristiano Ronaldo, fresco vincitore della Champions a San Siro conto l’Atletico Madrid. Uno sportivo a tutto tondo.

Jaylen Brown e l’amore per gli scacchi

Avreste mai immaginato un grande cestista amare gli scacchi? Ebbene, se non lo avete fatto è arrivato il momento di ricredervi. Da quando fu selezionato con la terza scelta assoluta nel Draft 2016 il ragazzo ha sempre mostrato, oltre che grande talento, un’abnegazione fuori dal comune. Merito della sua passione per gli scacchi. Una passione che ha coltivato anche al suo ex mental coach che gli consigliò questa nobile arte come modo per sviluppare la profondità di meditazione.

Un calice di vino per LeBron

LeBron James. Basta il nome per capire che ci si trova di fronte ad uno degli sportivi più importanti dell’ultimo secolo. Il prescelto, oltre alla passione per la Playstation, vanta una passione molto particolare: quella per l’enologia.

LeBron si proclama degustatore esperto di vini europei e californiani, assaggiatore di svariate qualità, specie di rosso, ed amante del bere del buon vino. Sui social, infatti, si è dilettato a postare con tanto di hashtag #vinochronicles sui suoi profili social foto di bottiglie vuote, con vini di ogni provenienza tra cui alcuni pregiatissimi come il Sassicaia 1984, Chassagne Montrachet e Montepulciano.

Semplicemente Shaquille O’Neal 

Altro campione altra corsa. Shaquille O’Neal  è uno dei volti più noti dell’NBA in generale. Shaq si è sempre mostrato molto aperto al mondo dei media, dai giochi come quelli presenti su NetBet casino live ai social network che usa quotidianamente con grande successo. Dopo il ritiro dal parquet è riuscito a bucare lo schermo con un’ottima carriera televisiva come opinionista e presentatore di programmi TV per TNT, rete per cui ha varato la sua personalissima rubrica di bloopers cestistici (Shaqtin’ a fool), famosissima sia in tv che sul web. Inoltre Shaquille O’Neal apparso in un videogame a lui dedicato ed ha preso parte a numerosi film come Kazaam – Il Gigante Rap e Steel. Ed, infine, grazie alla sua particolare voce Shaq è anche richiestissimo come doppiatore, come testimoniano le sue interpretazioni vocali in I Simpson, Show Dogs e I Puffi 2.

Pau Gasol, il chirurgo

In carriera ha vinto tutto, con i vari club e con la nazionale spagnola con la quale ha disputato circa 200 incontri. Ha vinto il titolo di rookie of the year 2002, 4 volte All-NBA, 2 titoli NBA consecutivi tra il 2009 ed il 2010 con i Lakers, presente nella classifica dei 50 migliori marcatori della storia NBA. È forse il cestista europeo più forte di sempre ed ha una grande passione per… la medicina. Pau Gasol, figlio di un infermiere e di medico internista, nel corso della sua vita ha anche studiato medicina in particolare in veste di ricercatore.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.