Damian Lillard racconta come si trova a essere il giocatore “clutch” dei Portland Trail Blazers

Home NBA News

Damian Lillard non è noto solo per i suoi tiri da 3 punti dal logo. Durante la sua carriera nell’NBA, si è costruito una reputazione per essere uno dei giocatori più clutch di sempre. Prima della tripla da metà campo all’All-Star Game, Lillard ha effettivamente condiviso i suoi pensieri sull’essere soprannominato “The Closer”. Chiunque sarebbe d’accordo sul fatto che è un compito infernale, ma il sei volte All-Star non la pensa così. In effetti, la star dei Blazers è contentissimo di ciò.

“Penso che tutti guardino la parte finale delle partite e dicano ‘chi ha fatto la differenza?’. Personalmente preferisco essere io a finire nella foto. Solo perché in quel momento puoi mettere la tua squadra in condizione di arrivare in cima. Come leader della mia squadra mi sento più a mio agio nell’essere la persona che deve rispondere alla domanda perché so che posso andare avanti se non faccio canestro o se non faccio la giocata giusta”.

Le statistiche confermano le affermazioni di Lillard. Negli ultimi cinque minuti del quarto quarto o all’overtime, i numeri rivelano che i Blazers sono 31 su 49 (63,3 per cento) dal campo e 14-24 da tre (58,3 per cento) per 104 punti.

Fonte: NBC Sports

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.