lillard

Damian Lillard vuole diventare il giocatore più pagato della storia NBA

Home NBA News

Damian Lillard, dopo oltre una settimana di assenza, dovrebbe tornare a disposizione dei Portland Trail Blazers questa domenica. Nel frattempo sono state tante le cose accadute alla franchigia in questi giorni: Neil Oshley, GM e presidente, è stato licenziato, mentre CJ McCollum è stato fermato, non si sa per quanto, da un pneumotorace. In questo clima, ESPN ha pubblicato un articolo che parla di Lillard come di un problema per Portland, visto che il giocatore vorrebbe trattare un prolungamento del contratto entro la prossima estate. Il contratto di Lillard, 31 anni, scadrà solo nel 2025, ma l’ultima stagione sarà una Player Option.

Stando a quanto scritto da Adrian Wojnarowski, Lillard vorrebbe quindi rinnovare fino al 2027, con un ulteriore biennale da 107 milioni di dollari. Se ciò accadesse, il giocatore guadagnerebbe 51 milioni di dollari a 35 anni e 55 milioni a 36, divenendo al momento il più pagato di sempre in NBA in una singola stagione. Il ritratto fatto da ESPN di Lillard non è certo stato dei più positivi, visto che è stato scritto anche di come la point guard e il suo entourage abbiano cercato, senza troppo successo, di influenzare le decisioni della franchigia. Sono state citate le pressioni per avere Jason Kidd come coach e il tentativo di far cedere McCollum e quattro chiamate al Draft per Ben Simmons. Queste voci sono state smentite proprio dallo staff di Lillard.

In tutto questo, sebbene la situazione si sia calmata negli ultimi mesi, Lillard potrebbe comunque scegliere di chiedere una trade nei prossimi mesi. E a quel punto Portland potrebbe addirittura prendere la notizia con sollievo, viste le richieste economiche del giocatore per il futuro. Ovviamente i Blazers perderebbero la cosiddetta leverage nelle trattative, visto che con un giocatore scontento sarebbero costretti ad accettare un’offerta non troppo alta. A questo si aggiunge il fatto che Portland, a causa del licenziamento di Oshley, è al momento senza presidente e GM.

Nelle scorse ore Lillard, su Twitter, aveva condiviso il tweet di un utente che vedeva proprio Oshley dietro questa “macchina del fango” nei suoi confronti. “Non posso dire di essere sorpreso” ha scritto la stella dei Blazers.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.