Danny Ainge: “Brad Stevens è quello che ha meno colpe per le difficoltà di Boston”

NBA News

I Boston Celtics sono forse secondi solo ai Los Angeles Lakers in questa stagione in quanto a delusioni rispetto a quelle che erano le aspettative di inizio anno. I biancoverdi sono praticamente certi di un posto ai Playoffs, ma sono “solo” quinti ad Est, con un record di 38-26, a 2.5 gare da Philadelphia quarta. Non sono solo i risultati però a preoccupare i Celtics: i giocatori hanno dato più volte segni di nervosismo dopo le sconfitte, tra di loro e con i giornalisti, e l’incertezza intorno al futuro di Kyrie Irving, il cui contratto scadrà in estate, sicuramente non sta aiutando.

Danny Ainge, GM di Boston e principale artefice della ricostruzione di questi anno che ha portato i biancoverdi a tornare rapidamente una contender, ha commentato la stagione dei suoi, escludendo però qualsiasi tipo di colpa da imputare a coach Brad Stevens:

Ci sono colpe da condividere tra tutti, ma dirò una cosa: coach Stevens è di gran lunga l’ultimo da incolpare. Perché so che è preparato e sta lavorando duramente per aiutare questa squadra e risolvere i problemi che ci sono. So che l’allenatore si prende più responsabilità di tutti, sia nella vittoria che nella sconfitta. Ma comunque Stevens è l’ultimo dei nostri problemi al momento.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.