Darius Bazley senza precedenti: rinuncia al college per firmare in G-League

Home NBA News

Darius Bazley, prospetto del Draft 2019 dato in lottery dagli esperti, ha preso una decisione che potrebbe facilmente rivoluzionare la concezione che si ha del Draft e dello sviluppo dei ragazzi al college: il classe 2000, che aveva scelto il college di Syracuse nei mesi scorsi, è tornato sui propri passi, rinunciando all’università e annunciando che giocherà in G-League l’anno prossimo.

Sebbene altri giocatori abbiano preso una strada del genere in passato, non frequentando il college ma firmando contratti da pro all’estero, Bazley sarà il primo a farlo per la G-League, la Lega di sviluppo su cui la NBA sta puntando sempre di più negli ultimi anni. Da mesi si parla della possibilità di togliere la regola degli one-and-done, ovvero l’obbligo per ogni giocatori di giocare un anno in NCAA o da professionisti prima di potersi dichiarare eleggibili al Draft, la scelta del giocatore in uscita da Finneytown High School potrebbe accelerare il processo. “La G-League avrà il meglio da offrirmi, considerando che è la Lega di sviluppo della NBA. Ci guadagnerò di più che andare oltreoceano, è la cosa più vicina alla NBA” – ha dichiarato Bazley a Yahoo!Sports – “Vedo che la maggior parte dei ragazzi spende del tempo in G-League nonostante siano andati a scuola e siano passati dal Draft, così posso accelerare il processo. Ci sono stati tanti giocatori che hanno avuto successo uscendo dalla G-League, e io sono fiducioso di poter essere uno di loro”.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.