Daye show: Venezia supera Holon dopo 50′ di battaglia

Coppe Europee Champions League

REYER VENEZIA-HAPOEL HOLON 111-104 (DTS)

(26-23, 17-26, 19-20, 20-13, 29-22)

Partita incredibile al Taliercio per la seconda giornata di Champions League, con la Reyer che supera l’Hapoel Holon alla fine di due intensissimi supplementari. Decisivo Daye con una prova monumentale da 30 punti e 11 rimbalzi in 42′. Non bastano, per gli israeliani, i 35 di Wyatt.

I ritmi sono subito alti, Venezia morde in difesa e forza subito al bonus gli israeliani: i liberi di Vidmar e Haynes allungano sul 12-7 al 6′. L’inerzia gira quando entrano in partita Wyatt e DeQuan Jones, che a suon di triple riportano i loro avanti (17-19), prima di un ultimo strappo di Venezia con Watt, Biligha e Bramos. Il primo quarto si chiude sul 26-23. La Reyer tocca il +5, ma le bombe di Pnini e Harrush rimettono l’Hapoel sotto. Gli ospiti completano il sorpasso e volano fino al +6 con Simhon. De Nicolao e Haynes provano a sbloccare i lagunari da oltre l’arco, ma i soliti Wyatt e Pnini rispondono con la stessa moneta. All’intervallo, il punteggio recita 43-49 con 9/18 da fuori per gli ospiti.

Dopo l’intervallo, Holon continua a trovare canestri facili che garantiscono il +9, ma Venezia si mette a zona e recupera in un amen con Daye, Watt e Bramos: 56-56 al 25′. I gialloviola riescono a prendere nuovamente un po’ di vantaggio, toccando il +8 con Walden e Cline. Il libero di Tonut chiude il terzo quarto sul 62-69. Daye e Watt non si danno per vinti e rimettono i locali a -1, poi Pnini e Stone fanno botta e risposta da 3: 76-77 a 4′ dalla fine. Atkins firma il +1, poi si mangia il canestro che avrebbe chiuso il match; Watt si prende il fallo ma fa solo 1/2 ai liberi. Al 40′ siamo 82-82, quindi overtime. Venezia sembra averne di più, e tocca il +6 con Daye e Watt al 43′. Il match, però, non è finito perché Wyatt spara due triple, Cerella non la chiude dalla lunetta mentre Walden è glaciale e fa 2/2 a soli 2 decimi dalla fine. Al 45′, siamo 94-94. Bramos e Vidmar provano di nuovo a confezionare un po’ di vantaggio, ma il centro sloveno non è preciso ai liberi e lascia ancora aperto il match. Dall’altra parte Wyatt arriva a 8 triple realizzate e a 1:12 da giocare il match è ancora in parità a quota 104. A questo punto Daye decide di chiuderla da solo, segna altri 5 punti toccando quota 30 e Venezia vince 111-104.

Venezia: Haynes 17, Stone 3, Bramos 11, Tonut 1, Daye 30, De Nicolao 8, Vidmar 6, Biligha 6, Giuri, Mazzola, Cerella 5, Watt 24. All. De Raffaele.

Holon:  Wyatt 35, Walden 10, Dadon ne, Atkins 13, Cline 8, D. Jones 16, Simhon 4, Pnini 14, Harrush 3, Huber, S. Jones 1. All. Shamir.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.