De Raffaele e De Nicolao ai microfoni di Eurosport e Rai Sport: “Abbiamo giocato una difesa da Eurolega. Il gruppo è la nostra forza”

Home Serie A News

La Reyer Venezia si toglie lo sfizio di battere anche l’Olimpia Milano dopo il successo al limite dei quarto di finale contro la Virtus Segafredo Bologna. Dopo una partita tutt’altro che semplice per i campioni d’Italia in carica, coach De Raffaele e Andrea De Nicolao – autore di 12 punti con 4 triple fondamentali – hanno descritto con le seguenti parole quella che a Venezia verrà inserita negli annali come una partita storica: la Reyer conquista la sua prima finale di Coppa Italia.

De Nicolao: “Penso che stasera abbiamo fatto una grande partita a parte qualche minuto iniziale e poi dopo tutti hanno dato qualcosina. Siamo un grande gruppo, lo stiamo dimostrando e non vogliamo fermarci qua. Milano è una delle squadre più forti del campionato, lo sappiamo. Sono stati bravi anche loro perché ci hanno fatto sudare fino alla fine. Bravi tutti. Siamo stati bravi a rimanere concentrati e a continuare a tirare anche quando sul canestro c’era il tappo di sughero. E’ una buona rivincita dopo la partita che abbiamo perso in casa con la bomba di Micov. Con l’Olimpia c’è sempre una grande rivalità”

Anche coach Walter De Raffaele: “Due le abbiamo fatte [Bologna ai quarti, Milano stasera, ndr] adesso ne manca una. Stasera un’altra partita difensiva da Eurolega, i miei ragazzi sono un gruppo davvero compatto. Il gruppo e il nostro modo di lavorare sono la nostra forza. Io mi sarei anche stufato di parlare di orgoglio, stasera si parla anche di idee, di contenuti, di difesa, di contenuti offensivi… orgoglio è vero, ma stasera abbiamo giocato una partita difensiva importante. Trovare adeguamenti, aggredire la partita e usare la nostra migliore arma era il modo di limitare il loro talento. Andiamo sulla nostra strada. facciamo parlare gli altri. Abbiamo fatto una partita da Eurolega e sono davvero felice per i miei ragazzi. Sono stati eccezionali, con grande umiltà abbiamo raggiunto la finale. Questa è lai nostra forza, lo sarà sempre il modo nostro di lavorare. Dobbiamo continuare così. Come ho vissuto i tiri liberi di Bramos? Un’altra domanda dai… “

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.