DeAndre Jordan contro Lance Stephenson durante il match di sabato

Home NBA News

Dopo le accuse per essere diventata una lega “soft”, l’NBA si sta prendendo le sue piccole rivincite…

Lance-StephensonCon i playoffs che incombono, il clima in NBA si sta facendo più caldo, con i giocatori che iniziano a prepararsi psicologicamente alle partite che contano davvero. I primi segnali che l’inverno è finito e i ghiacci si stanno sciogliendo sono arrivati dalla rissa sfiorata tra John Henson e Matt Barnes, entrambi espulsi nel match di settimana scorsa.

Non è un caso che per assistere al secondo episodio di questo genere si debba rimanere a Memphis, che ha creato una second-unit che estremizza il concetto del “grit and grind” tanto caro ai Grizzlies. Questa volta il protagonista è Lance Stephenson, rigenerato dal trasferimento in Tennessee.

Nella partita contro la squadra che lo ha spedito senza troppi rimpianti a Memphis, i Los Angeles Clippers, Born Ready non deve essere stato troppo buono con i propri compagni. La sua Memphis ha vinto a sorpresa (102-113) e Stephenson, che a Los Angeles vedeva il campo con il binocolo, ha segnato 12 punti in 27 minuti. L’ex-Pacers deve essersi lasciato prendere la mano e pare abbia sfoggiato il suo caratteristico trash-talking, tanto da irritare il gigante DeAndre Jordan.

Infatti, mentre il numero 1 dei Grizzlies tirava due liberi, DeAndre ha cercato di rimettere in riga l’ex compagno di squadra:

Un video pubblicato da Sports Videos (@houseofhighlights) in data:

“You hit a couple of layups and then start talking shit. Shut your ass up” – Le parole di Jordan non lasciano spazio all’immaginazione. L’invito a Stephenson è di farsi un bagno di umiltà, mordersi la lingua e lasciare che a parlare sia il parquet di gioco.

Il consiglio sarà ascoltato dall’eccentrico Lance?

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.