Delaney trascina l’Olimpia Milano alla quarta vittoria consecutiva, Brescia cade sul parquet del Forum

Home Serie A Recap

Foto: olimpiamilano.com

A|X ARMANI EXCHANGE MILANO – GERMANI BASKET BRESCIA

81-67

Vittoria numero 4 su altrettante partite per l’Olimpia Milano di Ettore Messina che a questo giro mette KO tra le mura amiche la Leonessa Brescia di coach Esposito, giunta al primo stop in questa supercoppa. Per Milano gara ben diversa da quelle giocate con Cantù e Varese, la Germani non molla mai un centimetro e con carattere ed energia vende cara la pelle in tutti i 40 minuti di gioco. Decisive alla lunga le maggiori rotazioni dell’A|X, il talento dei suoi giocatori (su tutti Delaney, MVP del match con 25 punti a referto) e la maggiore esperienza. Pesano al 40′ anche i 21 tiri liberi realizzati dall’Olimpia su 24 tentativi, a fronte dei soli 4/6 degli ospiti. Di seguito la cronaca del match:

Inizio lanciato dei padroni di casa che con Delaney e Shields bombardano da oltre l’arco. Brescia risponde con la stessa moneta ma Milano inizia a prendere il largo nel nei minuti finali del periodo quando il tono in difesa si alza, importanti per l’Olimpia anche i tanti tiri liberi messi a segno. Il passaggio touchdown di Datome per l’appoggio di Moraschini con 0.5 da giocare chiude il primo periodo sul 24-12 A|X.

Aumentano gli errori per entrambe le squadre, Brescia punisce con Sacchetti e Crawford ma l’Olimpia continua a condurre grazie alla durissima difesa e alle tante palle recuperate: a metà periodo i biancorossi hanno saldamente le mani sulla partita quando il tabellone recita 35-20 per gli uomini di Messina. L’Olimpia si ferma, mini parziale di Brescia che condotta da Kalinoski torna sotto i 10 punti di svantaggio (37-30). L’ottimo momento della Leonessa continua e gli ospiti arrivano anche sul meno 3. È Delaney a fermare l’emorragia per il 39-34. Rodriguez realizza dalla lunga distanza su fil di sirena, le due squadre vanno al riposo lungo sul 44-35 Olimpia.

L’ex Barcellona Delaney ricomincia a martellare il canestro, i milanesi allungano per il massimo vantaggio + 17 (54-37). Brescia si affida ai suoi americani per provare a tornare in partita, Crawford e Chery ridanno ossigeno ai biancoblu ma l’Olimpia rimane a distanza di sicurezza (58-46). Sul finire di quarto gli uomini di Messina tornano a passarsi la palla e a segnare con continuità, all’ultimo mini riposo è ancora Milano ad essere avanti (66-53).

Datome, Delaney ed Hines ricomiciano a predicare pallacanestro, Brescia va nuovamente in affanno scivolando sul -18 dopo l’appoggio rovesciato dell’ex Fenerbahce (73-55). Gli ospiti provano il tutto per tutto, Burns e Chery firmano un parzialino di 5-0 che costringe Messina al minuto di sospensione sul 75-60 con poco più di 4 minuti da giocare. Al rientro sul parquet l’Olimpia mette definitivamente in cassaforte la gara affidandosi alle giocate in solitaria di uno scatenato Malcolm Delaney, assoluto MVP del match. Vince l’A|X, punteggio finale 81-67.

OLIMPIA MILANO: Datome 11, Rodriguez 18, Hines 12, Moraschini 2, Delaney 25, Roll 6, Cinciarini NE, Biligha NE, Brooks 5, Moretti 0, Shields 5, Tarczewski 7

BRESCIA: Chery 18, Crawford 12, Sacchetti 8, Ancellotti 4, Parrillo 0, Magro 2, Moss 0, Burns 5+9rim, Vitali 2, Kalinoski 12, Bortolani 4

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.