Della Valle “Con Sacchetti riesco a dare il meglio, dà a tutti la possibilità di sbagliare”

Home Nazionali News

Questa prima Italia si affida sempre di più ad Amedeo Della Valle che, con 21 punti di media in 3 partite, è il vero leader degli Azzurri. Coach Meo Sacchetti non può fare a meno di lui sul parquet, ed il rapporto tra il Ct e la guardia di Reggio Emilia, come dichiara ADV sulla Gazzetta Dello Sport, è fantastico:

Sì, il suo stile di gioco mi trasmette fiducia. Mi ripete “Gioca come sai, e se proprio esageri intervengo io. Sii te stesso”. Concede a tutti la possibilità di sbagliare e così riesco a dare il meglio. Sento la sua stima e sono felice che siamo riusciti a ripagarlo con tre vittorie su tre.

Della Valle parla anche della sua decisione di rimanere a Reggio Emilia dopo un’estate in cui è stato molto vicino ad andarsene, affermando di essere maturato molto restando alla Grissin Bon:

Mi sono interrogato la scorsa estate se rimanere a Reggio Emilia o meno, e posso dire di aver fatto la scelta giusta. Adesso è facile dirlo, ma allora non lo è stato. Il mio salto di qualità lo devo al club, specialmente a due grandi giocatori come Markoishvili e Julian Wright: quando il nostro capitano Riccardo Cervi si è infortunato loro sono entrati nello spogliatoio ed hanno detto “Il leader è Amedeo, perchè è ora che si prenda questa responsabilità”. Quando senti un discorso del genere da chi ha giocato nel CSKA e nell’Nba qualcosa si muove, dentro di te. Mi hanno dato una carica incredibile.

ADV si dà degli obiettivi anche in campionato, in primis i Playoffs:

Quando ho parlato del mio futuro non sono riuscito ad esprimere la mia pallacanestro, e non voglio ripetere lo stesso errore. Con Reggio Emilia però voglio raggiungere i Playoffs italiani e magari le Semifinali di Eurocup, sarebbe fantastico. Ed ovviamente voglio spingere la Nazionale verso il Mondiale. A proposito: occhio alla Romania, ci hanno già dato fastidio a Torino. Sanno toglierti il ritmo, hanno un modo di giocare che ci va un po’ indigesto e questa sfida vale il primo posto nel girone. Dobbiamo ottenere la qualificazione Mondiale, non solo per chi poi ci andrà ma anche per valorizzare il lavoro eccezionale che sta facendo questo gruppo nonostante le assenze. Quando torneranno tutti sarà il tempo delle scelte, e per Meo non saranno facili.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.