Derby infuocato al PalaDesio, Vitali guida Brescia alla vittoria contro una coriacea Cantù dopo un supplementare

Home Serie A Recap

Pallacanestro Cantù – Pallacanestro Brescia 89-92 OT

(32-22; 17-27; 18-19; 13-12; 9-12)

Partita ricca di botta e risposta e trascinatasi al supplementare, ma alla fine è Brescia, trascinata da un super Vitali, a uscire vincitrice dal derby lombardo con una Cantù molto audace, ma poco concreta nel gestire i vantaggi creati: i contorni della sfida sono simili per i tempi regolamentari, con Cantù che crea parecchi parziali a favore, ma viene sempre rimontata dalla Leonessa. Non bastano 40′ per decretare un vincitore, poi nel supplementare tocca a Vitali spezzare le sorti dell’incontro e a trascinare Brescia alla vittoria.

Scalda subito i motori Woodard che lancia Cantù sul 11-4 con tre triple in successione; gli ospiti non riescono a imporsi affonda il coltello in profondità siglando il 16-6 per il timeout di Buscaglia. La Leonessa non trova rimedi contro il gioco frizzante dei brianzoli, che cavalcano il momento sul 22-9 a metà frazione, poi i cambi danno una scossa e Kalinoski pesca due triple per il timeout stavolta di coach Pancotto (22-15); la reazione ospite incrementa e accorcia il divario, poi Johnson ricaccia indietro gli avversari e Procida suggella il quarto allo scadere con la tripla del 32-22. Gli uomini di Pancotto costruiscono le loro fortune dall’arco e sui tagli di Pecchia per preservare la doppia cifra di margine, ma Brescia vuole stare nella partita e prima trova continuità in attacco, poi pesca in Burns la chiave per riagganciare gli avversari; gli ultimi minuti del quarto vanno alla pari con la prima metà di gara che si chiude sul 49 pari.

Il duello si riapre alla pari, prima che nuovo mini-parziale canturino e alcune leggerezze bresciane in difesa spingano il punteggio sul 60-55; Woodard spinge ancora sull’acceleratore per ridare il +10 a Cantù, poi Ristic prova a dare segnali di reazione agli ospiti per non perdere il filo della gara. La Leonessa segue la corrente e trova il vantaggio con la bomba allo scadere di Moss sul 67-68. In una sfida ancora aperta, è nuovamente Woodard a guidare la via per i brianzoli per il nuovo margine prezioso sul 75-70, poi Vitali risponde per il nuovo pareggio che lascia tutto aperto negli ultimi 4′; la pressione nel finale si alza con Brescia che trova il nuovo vantaggio sul 78-80 prima dell’ultimo minuto: gli ospiti non chiudono il conto e Kennedy pareggia dalla lunetta, Moss commette fallo in attacco poi sfrutta la rimessa ingenua di Cantù per tenere vive le speranze bresciane; con 12” si costruisce un tiro aperto, che Crawford sbaglia. Si va al supplementare sull’80 pari! Nel momento più teso, Vitali spezza i precari equilibri in favore di Brescia con una tripla per il nuovo +4; Cantù attacca a testa a bassa per riprendersi la testa, ma non riaggancia più gli avversari. Brescia sbanca Cantù 89-92.

 

CANTU‘: Thomas 4, Kennedy 14, Woodard 28, Procida 3, Leunen 7, La Torre, Bigby-Williams, Johnson 26, Bayehe, Pecchia 7, Lanzi ne, Baparapè ne

BRESCIA: Cline 4, Vitali 16, Parrillo, Chery 6, Bortolani, Ristic 11, Crawford 14, Burns 17, Kalinoski 15, Moss 7, Sacchetti 2, Ancellotti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.