Derrick Rose saluta Thibodeau: “E’ stato l’unico coach a credere in me”

Home NBA News

Tom Thibodeau, per Derrick Rose, non è stato un coach come tutti gli altri. Per due volte le loro strade si sono incontrate e per due volte si sono separate: prima ai Chicago Bulls, ora ai Minnesota Timberwolves, visto l’esonero meno di 24 ore fa del 60enne che aveva anche il ruolo di presidente.

Rose ha commentato amaramente la notizia del licenziamento di Thibodeau, colui che lo lanciò verso l’MVP ai Bulls e che l’anno scorso, quando la point guard si trovava free agent dopo il taglio da parte dei Jazz, è stato l’unico a cercarlo e a dargli una chance. Chance ripagata in questa stagione, in cui Rose sta segnando 18.9 punti di media.

E’ stato l’unico coach a credere in me. Quando mi chiamò, ero a Cleveland ad allenarmi da solo con il mio amico Hart. Eravamo io e lui in palestra 5 giorni a settimana, avevo appena avuto un figlio e nessuna squadra voleva darmi una possibilità. Ero praticamente fuori dalla NBA. Anche quando sono arrivato qui, nessuno pensava potessi giocare ancora in questo modo, ma Thibodeau credeva in me e anche io credevo in me. La mia famiglia credeva in me. E alla fine ce l’abbiamo fatta.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.