Difesa e triple, Patrasso impone la prima sconfitta stagionale alla Virtus Bologna

Coppe Europee Eurocup Home

Promitheas Patrasso – Virtus Segafredo Bologna: 78-69

(24-14; 36-38; 53-54; 78-69)

Si ferma la corsa della Virtus Bologna, che cade in Grecia per 78-69. Nella tana del Promiteheas, i bianconeri soffrono la partenza sprint dei padroni di casa (10-0), per poi rispondere con difesa, controllo dei rimbalzi (13-26 all’intervallo) e la solita grandissima circolazione. Così, dopo 18 minuti di inseguimento, la Segafredo passa in vantaggio e sembra prepararsi all’ennesimo trionfo stagionale. Ma dopo l’intervallo i greci fermano il ritmo bianconero e nell’ultimo quarto stritolano Bologna con una difesa asfissiante. A ciò si unisce la serata di grazia dal tiro pesante (11/26 con il 42%) per trovare le chiavi del successo per Patrasso. Sugli scudi Hall (16) e Kaselakis (11), aiutati da Lypovyy (11) e Babb (11). Dal lato Bologna invece si salvano Teodosic (17) e Markovic (11), anche se nell’ultimo quarto la confusione generale non ha risparmiato nemmeno il duo serbo.

Il primo quarto è tutto di marca greca, con un parziale di 10-0 con cui si apre la partita. La Virtus sfrutta l’ingresso di Teodosic e Hunter per sbloccarsi in attacco, ma le difficoltà sono nella propria metà campo: tra le triple di Lypovyy e le accelerazioni di Hall, il Pormiteas chiude il primo quarto sul 24-14.

Dopo la prima mini-pausa, la Virtus ritrova compattezza difensiva grazie alle giocate nel pitturato di Gamble ed al lavoro degli esterni, mentre in attacco la coppia serba Markovic-Teodosic ricuce lo strappo dell’avvio. Dopo tanto tempo ad un possesso di distanza, il pareggio ospite arriva al 18esimo  con la tripla di Weems per il 36-36, rintuzzato da Baldi Rossi per il 36-38 del 20′.

L’intervallo lungo toglie ritmo ad entrambe le squadre e dopo il rientro dagli spogliatoi i canestri latitano. Tanti errori da entrambe le parti lasciano la partita in bilico. Bologna prende un +5, subito ricucito da Patrasso, che addirittura trova la forza di tornare avanti sul 48-47 del 28′. Babb rianima i suoi e rimette due possessi di divario tra le due squadre, prima che Teodosic e Weems rimettano i bianconeri avanti per il 53-54 del 30′.

In avvio di ultima frazione Patrasso sale di colpi difensivamente e trova maggiori meriti sugli errori di Bologna in attacco, a differenze delle perse gratuite del terzo quarto collezionate dalla Segafredo. Così il punteggio diventa ancora più contratto e Hall firma il contro-sorpasso greco. Djordjevic rimette in campo tutte le sue armi migliori di serata, una volta scivolato a -5. Teodosic e Weems sono gli unici a trovare la via del canestro, ma un grande Hall non perdona nulla e si entra negli ultimi due minuti sul 70-64. La Virtus si fa prendere dalla frenesia, in attacco regna la confusione ed in difesa ci si scorda di Kaselakis, che con la tripla chiude il match. L’ultimo minuto è una festa greca, per fissare il 78-69 finale.

Qui le statistiche complete della gara

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.