Dimitris Itoudis critica l’Eurolega: “Sta perdendo il suo aspetto competitivo e la sua equità”

Coppe Europee Eurolega Home

In mattinata è arrivata ufficialmente la decisione del Giudice Sportivo: le due gare settimanali di Eurolega dello Zenit San Pietroburgo, contro Baskonia e Valencia, verranno perse dal club russo a tavolino per 20-0 perché non in grado di schierare almeno 8 giocatori, dati i tanti casi di Covid-19 tra roster e staff tecnico. Una situazione simile si verificherà probabilmente a breve anche con le due partite di questa settimana dell’Asvel, che ieri sera non è sceso in campo contro il Panathinaikos nonostante i greci fossero già atterrati a Lione.

Quel che sta succedendo in Eurolega, e in parte anche in EuroCup, è una questione spinosa che sta facendo sorgere molti dubbi sulla gestione dell’emergenza dei protocolli, già criticati da giocatori come Malcolm Delaney, KC Rivers e Jonas Jerebko. Nelle scorse ore sono arrivate anche le parole di Dimitris Itoudis, coach del CSKA Mosca che ha registrato quattro casi di positività la scorsa settimana:

La situazione generale sta peggiorando di continuo. Al Khimki mancano giocatori sani, lo Zenit non è proprio andato in trasferta. Non so come andranno le cose per loro alla fine. L’Asvel ha molti casi di contagio. Anche noi abbiamo i nostri quattro casi, e ancor di più al CSKA B. Potrei menzionare molte altre squadre contro le quali abbiamo giocato, il Barcellona e altri, ma sono solo un allenatore. Credetemi, il torneo sta perdendo il suo aspetto competitivo, il suo senso di equità e di energia.

Francesco Manzi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.