Dinamo, parla Casalone: “Con Pozzecco piena sintonia, a Trento Jerrells mi ha detto che voleva vincerla, gli ho creduto”

Home Serie A News

Edoardo Casalone è il primo assistente di coach Gianmarco Pozzecco sulla panchina della Dinamo Sassari e lo scorso sabato ha dovuto prendere il timone della squadra in seguito all’espulsione del Poz avvenuta per doppio tecnico a 8’23” dalla fine della gara: con abilità ed un pizzico di fortuna, l’allenatore classe ’89 è riuscito ad ottenere la vittoria che vale il primo posto in classifica, condiviso con la Virtus Bologna.

Casalone ha rilasciato una lunga intervista a La Nuova Sardegna, in cui si è espresso su molti temi: “Alla fine della gara Pozzecco mi ha abbracciato e mi ha fatto i complimenti, mi ha detto che avrebbe preso le stesse scelte che ho preso io, e questo vale più della vittoria, in quel momento mi sono tolto un peso. Avevo una grande responsabilità e l’ho portata al termine nel modo giusto, quando si lavora in un gruppo la cosa fondamentale è andare tutti nella stessa direzione: sulle scelte dobbiamo essere tutti allineati e quando il Poz mi ha detto quelle parole, solo lì mi sono sentito davvero tranquillo, al di là della vittoria. Jerrells è un giocatore nato per quei momenti, poi chiaro, ci vuole anche un po’ di culo, ma la scelta di affidargli il pallone della vittoria è stata facile: durante il timeout è venuto da me e mi ha detto con decisione che la voleva vincere lui, gli ho creduto ed è andata bene. Adesso dobbiamo lavorare tanto sulla chimica di squadra, nostro punto di forza della passata stagione: il fatto di vedere Spissu che corre con le braccia alzate verso Curtis ancora prima che la palla si infili nel canestro dimostra che siamo a buon punto“.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.