Diversi giocatori NBA non vorrebbero riprendere a causa delle tensioni sociali

Home NBA News

Clamorosa indiscrezione che emerge dalla call organizzata ieri da Kyrie Irving con circa 150 giocatori NBA. Secondo quando riporta Chris Haynes di Yahoo! Sports molti atleti sarebbero titubanti di fronte alla ripresa della stagione, innanzitutto perché non avrebbero preso bene il fatto di non essere stati interpellati prima di decidere.

Più che la pandemia da Coronavirus, però, a rendere esitanti gli atleti sarebbe il clima di forte tensione sociale che si vive negli Stati Uniti, con l’uccisione di George Floyd che ha scatenato le proteste contro la discriminazione razziale. Nell’opinione di molti giocatori, riporta Haynes, vedere molti atleti afroamericani “sequestrati” nella bolla di Orlando soprattutto per gli interessi economici della Lega non sarebbe un bel messaggio. Fra i più scettici riguardo la ripresa per i motivi di cui sopra ci sarebbe proprio Irving, organizzatore della video conferenza.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.