Dopo Cantù-Pesaro, le parole di Pashutin e Galli

Serie A News

RED OCTOBER CANTÙ: EVGENY PASHUTIN

“Grazie mille ai tifosi e ai giocatori. Tutti quanti abbiamo messo il cuore, la grinta, la difesa e tutto quello che serviva per vincere. Abbiamo cercato di difendere nel miglior modo possibile, limitando i tiratori di Pesaro. Nel primo quarto abbiamo cominciato con un ritmo lento, poi siamo saliti di livello, ma nel quarto quarto non siamo stati lucidi.
Nella minuti finali gli arbitri hanno condizionato la partita: il fallo di Davis non c’era, soprattutto per il momento in cui è arrivato, e le scuse dell’arbitro non mi hanno convinto per nulla”.

VL PESARO: MASSIMO GALLI

“Non voglio tanto parlare della partita. Voglio parlare della situazione di Cantù. La Red October deve risolvere i suoi problemi e deve continuare a far parte di questo campionato. Da varesino mi auguro che Cantù trovi le risorse per continuare a militare nel campionato italiano. A Varese abbiamo voglia che i biancoblu continuino ad affrontarci nei derby.
Voglio fare i complimenti ai miei ragazzi, soprattutto per il primo e per il quarto quarto, quando abbiamo difeso bene e abbiamo segnato i canestri che servivano.
Eravamo pronti per vincere in trasferta, l’avevo detto ai miei ragazzi prima della gara, e siamo stati bravi a farlo. Ora testa a Bologna, un’altra grande classica del basket italiano”.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.