Dopo Cremona-Cantù, le parole di Sacchetti e Pashutin

Home Serie A News

Romeo Sacchetti (coach Cremona)

Dopo una partita così, specialmente dopo il primo tempo, c’è poco da dire. Merito a loro ma molto demerito nostro. Non abbiamo avuto l’intensità delle altre partite, per esempio solo 5 falli fatti nel primo tempo e, non considerando il quarto quarto, dobbiamo rivedere tutto ciò che di sbagliato abbiamo fatto nei primi tre quarti.

Per il tipo di squadra che siamo se non siamo aggressivi non vinciamo, specie se gli avversari giocano meglio. Non so se le due vittorie hanno rilassato i miei ragazzi, di sicuro ora torniamo con i piedi per terra. Abbiamo subito una sonora lezione.

Anche nelle altre partite abbiamo tirato male, però c’era un atteggiamento diverso. Ricordiamoci che dobbiamo salvarsi e non fare altri voli pindarici, se ci manca l’energia andiamo incontro a brutte figure.

Evgeny Pashutin (coach Cantù)

Grande vittoria, i ragazzi hanno giocato molto bene. Abbiamo difeso benissimo contro una squadra come Cremona che gioca ad alto ritmo e che fa del “run and gun” la sua forza. Abbiamo fermato tutte le loro opzioni offensive più pericolose, abbiamo controllato i rimbalzi, abbiamo tenuto bene nell’uno contro uno e soprattutto aiutandoci l’uno con l’altro.

In attacco abbiamo letto bene le situazioni, superando il loro pressing e attaccando bene di squadra, facendo un ulteriore step verso la chimica di squadra. Ora l’obiettivo è pensare di partita in partita.

Davon Jefferson è stata una grande aggiunta, grande energia e movimenti sotto canestro. Lui e Tony Mitchell sono i due terminali principali, Mitchell inoltre ha difeso molto bene e trovato ottime soluzioni con i passaggi, però mi piace pensare che siamo stati bravi giocando di squadra.

Ci siamo preparati molto bene nei giochi a due e piano piano i ragazzi stanno acquisendo fiducia e sicurezza nel lavoro quotidiano.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.