Dopo Cremona-Reggio Emilia, le parole di Sacchetti e Cagnardi

Serie A News

Meo Sacchetti (coach Cremona)

Era una partita che temevo molto perchè Reggio è cambiata molto e nelle ultime partite aveva fatto vedere una squadra diversa. Faccio i complimenti ai miei giocatori, anche quando loro si sono rifatti sotto nella rimonta con 5 punti consecutivi, che concediamo sempre, siamo stati bravi a stopparli subito. Siamo a 20 punti, non ce lo aspettavamo ma siamo lì con merito.

Saunders è un giocatore totale e ha fatto un’altra super partita, su due lati del campo. Mathiang sta crescendo e ci da una profondità tale da crearci spazio fuori dall’area, ha preso fiducia col tempo e ci ha lavorato tanto, ora cerca il pallone quando magari all’inizio lo rifiutava e mettendoci molto di suo sta migliorando tantissimo, partendo da un carattere molto positivo. Travis ha fatto un po’ fatica all’inizio ma poi riesce vedere una pallacanestro diversa rispetto agli altri. Ruzzier è stato in ballo fino alla fine, ha stretto i denti ma ha avuto una bella reazione.

A rimbalzo stiamo andando molto bene e non me l’aspettavo, avere Mango e Wes ci aiuta, soprattutto quest’ultimo che in Finlandia abbiamo visto che sapeva fare bene tutto ma non mi aspettavo questo impatto anche qui in Italia. Quando tornerà Crawford deciderò chi lasciare fuori e la società deciderà se fare un cambio di strategia, ora non ci penso, preferisco avere questo problema che non averlo e avere questo gruppo che sta bene assieme mi rende tutto più facile. Spero che non si infortuni nessun altro.

Devis Cagnardi (coach Reggio Emilia)

“Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile qui a Cremona, sapevamo che la loro forza era l’attacco e noi ci presentavamo a questa partita sapendo la loro forza e sapendo che noi eravamo rimaneggiati. Il colpo duro è stato nel prepartita quando Aguilar ha subito un colpo al piede. Lui e medici hanno dato l’ok per giocare perchè avevamo bisogno del suo apporto ma poi il dolore è aumentato e abbiamo fatto anche senza di lui.

Il primo tempo è stato comunque buono, difficile controllare il ritmo qui a Cremona e questo è stato più congeniale a loro ma abbiamo provato a restare aggrappati alla partita per giocare un finale più punto a punto. Qualche errore di troppo nelle palle vaganti e nei rimbalzi offensivi concessi, nel terzo quarto abbiamo comunque provato a restare aggrappati ma poi Cremona ha saputo giocare possessi importanti con intelligenza, andando a cercare mismatch a lei favorevoli, guidata dall’acume tattico di Travis e una volta aperta la forbice non è stato più possibile recuperare, sia dal punto di vista tattico che di volontà.”

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.