Dopo Cremona-Torino, le parole di Sacchetti e Galbiati

Serie A News

Meo Sacchetti (coach Cremona)

Non sono contento del finale, perchè se avessimo sbagliato qualche tiro da tre ci saremmo giocati la partita fino alla fine, i canestri da tre hanno mascherato l’atteggiamento superficiale e la brutta difesa giocata nel finale con anche tre palle perse consecutive. Non possiamo staccare la spina, le squadre di più alto livello possono permetterselo, noi no.

Finora abbiamo fatto più di quello che ci si aspettava, ci siamo meritati le Final Eight ma è giusto che io mi lamenti quando vedo la sufficienza che si è vista stasera. Ora abbiamo 18 punti e ne mancano sempre meno alla salvezza, certo guardiamo molto felici alla classifica e ci godiamo questo traguardo della Coppa Italia che questo gruppo molto unito merita.

Non è facile per un allenatore giovane come Galbiati cambiare tutto in un giorno, ci riesce Rick Pitino con il Panathinaikos ma penso che sia importante a livello di continuità per loro la prossima partita in casa. Torino ha talento ma a volte non basta.

Mathiang ci ha dato tanto in area nel primo quarto e nel terzo quarto si sono trovate situazioni aperte dall’arco, stiamo iniziando finalmente a servirlo con continuità. Travis va centellinato ma se lui sta bene vede una pallacanestro che in pochi vedono e rende tutto più facile.

Paolo Galbiati (coach Torino)

Faccio i complimenti a Cremona, non siamo riusciti ad arginare la loro forza offensiva che ben conoscevamo. Dobbiamo lavorare su molti aspetti perchè nel nostro piano partita non c’era certo l’idea di far correre la Vanoli o di permettere loro di segnare 100 punti.

Su ciò che è accaduto in settimana non mi esprimo, io non posso fare altro che ringraziare coach Brown per l’opportunità avuta e per l’esperienza altamente formativa che ho maturato. Per me è stato un vero privilegio.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.