Dopo la trade: Raptors e Kings non hanno finito con il mercato, intanto si muovono i Sixers

Home

Toronto Raptors v Minnesota Timberwolves

La trade nella notte ha sicuramente movimentato il mercato NBA: con Rudy Gay finito a Sacramento in uno scambio coinvolgente ben sette giocatori gli equilibri di Raptors e Kings sono cambiati. Le due franchigie però non sembrano volersi fermare qui, continuando a puntellare il proprio roster. E’ notizia delle ultime ore che Toronto sarebbe pronta al taglio di DJ Augustin, arrivato in estate ma evidentemente chiuso ora da Greivis Vasquez e Kyle Lowry. Proprio Lowry però potrebbe essere scambiato, sia perchè sarà difficile la convivenza con il nuovo arrivato venezuelano, sia perchè i canadesi puntano sempre più forti ad Andrew Wiggins ed occorre per questo liberarsi dei “Big”, in modo da effettuare un tanking più efficace.

Dall’altro lato della trade invece i Sacramento Kings potrebbero cedere Jason Thompson, anche lui chiuso dagli ultimi arrivi di Gay e Derrick Williams. Il lungo dei californiani è ora sul mercato e potrebbe partire nei prossimi giorni.

Infine iniziano a muoversi anche i Philadelphia 76ers, da tutti indicati a inizio stagione come la peggior squadra della NBA, ma che non stanno sfigurando. I Sixers si sono inseriti nelle trattative di cessione di Omer Asik da parte degli Houston Rockets, mentre puntano anche Kendall Marshall, fino all’anno scorso ai Phoenix Suns, poi scambiato ai Wizards e tagliato subito e ora in D-League. Marshall al suo esordio nella Lega di sviluppo qualche giorno fa aveva fatto registrare quasi una tripla-doppia, su di lui c’è però anche l’interesse dei Memphis Grizzlies, i quali sottoporranno in questi giorni a un workout Seth Curry e Darius Morris, entrambi in D-League.

[banner network=”altervista” size=”300X250″ align=”aligncenter”]

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.