Dopo le dimissioni di Daryl Morey, la televisione cinese ha pubblicato un minaccioso comunicato

Home NBA News

Un anno fa, proprio in questo periodo, scoppiava un vero e proprio caso diplomatico tra la Cina e la NBA a causa di un tweet di Daryl Morey, allora GM degli Houston Rockets, in supporto ad Hong Kong contro i soprusi del governo cinese. La diatriba ha privato la NBA di tanti sponsor nel mercato asiatico, causando perdite economiche di centinaia di milioni di dollari: solo di recente inoltre, con Gara-5 delle ultime Finals, la televisione cinese è tornata a trasmettere le partite, che erano state invece oscurate del tutto.

Nei giorni scorsi inoltre Morey, causa scatenante di tutto, ha deciso di dimettersi da GM dei Rockets, e pare sia stata una sua decisione per mettere fine ad un ciclo. Con incredibile tempismo è arrivato però anche un comunicato stampa della CCTV, vale a dire la televisione di Stato cinese, dai toni parecchio minacciosi e letto anche in diretta da un annunciatore: “Ribadiamo che qualsiasi parola e atto che ha l’obiettivo di ferire i sentimenti del popolo cinese avrà un prezzo da pagare”. Come a sottintendere, insomma, che l’addio di Morey sia stato causato proprio dai fatti di un anno fa.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.