Dopo Pistoia-Sassari, le parole di Esposito e Markovski

Serie A News

Sassari passa al Palacarrara con un terzo quarto dall’impatto tremendo. I due allenatori a freddo analizzano la partita, complimentandosi con l’avversaria per i pregi. I due punti vanno agli ospiti, che continuano a credere nel sogno playoff

ENZO ESPOSITO “MANCATE LE ENERGIE PER TENTARE LA RIMONTA”

“Abbiamo avuto un buon impatto sul match – ha commentato il coach biancorosso – e per due quarti almeno la squadra ha avuto tutta un’altra intensità rispetto alla brutta partita di Pesaro. L’atteggiamento è durato anche per metà terzo quarto, poi devo dire che Sassari è stata molto brava a trovare canestri in situazioni difficili e noi siamo andati in difficoltà, anche con le energie fisiche che sono mancate. A quel punto non siamo riusciti a ricucire quel gap che si è creato e nel finale quando siamo andati a -12, la strada è diventata davvero dura. Se guardiamo la valutazione, il -40 rispetto a loro significa che c’è una certa differenza di talento, eppure i ragazzi volevano vincere e festeggiare la salvezza con una vittoria”.

ZARE MARKOVSKI “OTTIMA DIFESA, HATCHER E’ STATO DETERMINANTE”

Molto soddisfatto il neo coach sassarese, che incassa i primi due punti della sua gestione. “La cosa che mi è piaciuta di più è stata la difesa della squadra, solida anche quando ci siamo trovati in svantaggio. Il terzo quarto ci ha permesso di rimettere la testa avanti e in questo è stato determinante sicuramente Hatcher, con tre triple e tanti punti consecutivi che hanno ribaltato la partita ma anche Polonara e Bostic sono stati importanti. Con nervi saldi e ancora una buona difesa abbiamo contenuto il tentativo di rientrare di Pistoia, che per metà partita ci aveva messo in grande difficoltà. La strada è quella giusta ma c’è tanto da lavorare”.

 

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.