Dopo Sassari – Venezia, le parole di Tucci, Bamforth e Markovski

Serie A News

ZARE MARKOVSKI (Allenatore Dinamo Sassari)

“Nel primo tempo hanno spinto fisicamente sulla nostra difesa, soprattutto su post basso con Peric. Nel secondo tempo siamo riusciti ad arginarli in questo ma il loro attacco spinto e il fatto che noi non abbiamo sfruttato situazioni di vantaggio nel mismatch hanno permesso loro di dettare il loro ritmo. Fra gli attacchi in più che abbiamo creato pochissimi erano in contropiede, abbiamo sbagliato tanto e sul piano fisico ci hanno spinto fuori dal nostro attacco. Eravamo sempre in recupero, non siamo riusciti ad imporci, cosa che certamente non potevamo fare con la fisicità ma con l’aggressività. Non siamo stati lucidi a fare ciò che dovevamo fare”.

 Scott Bamforth(play-guardia Dinamo Sassari)

“Credo che sia stata una buona partita, ci siamo giocati la nostra chance di vincerla fino alla fine. Poi è successo che per qualche minuto abbiamo perso lucidità in difesa e in attacco e loro ne hanno saputo approfittare, mantenendo il vantaggio fino alla fine. Ora secondo me non dobbiamo concentrarci tanto sulla qualificazione ai playoff ma pensare alla prossima partita”.

 Gianluca Tucci (Assistant coach Reyer Venezia)

 “La partita è stata durissima perché Sassari è una squadra solida e tecnica, eravamo pronti a questo. Il controllo mentale del loro pressing ha fatto sì che la partita andasse sui giusti binari per noi. La duttilità dei nostri giocatori, capaci di adattarsi alle diverse situazioni, insieme con l’esperienza dei singoli, ha fatto la differenza”.

Fonte: Ufficio Stampa Dinamo Sassari

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.