Dopo Venezia-Brindisi, Vitucci: “All’inizio è mancata fiducia e lucidità”

Serie A News

Il commento del coach sconfitto Francesco Vitucci dopo Venezia-Brindisi:

Venezia ha dimostrato perché è campione d’Italia. Noi abbiamo avuto dei giocatori sotto gli standard e guardando i numeri abbiamo sbagliato 10 liberi, cosa che in una partita persa per così poco non puoi fare. Abbiamo giocato sotto il nostro rendimento medio sia per merito loro e sia per mancanze nostre. C’è stato abbastanza carattere, ma è mancata fiducia e lucidità soprattutto all’inizio. Poi di la c’è una costanza di rendimento altissima e che è difficilissima da pareggiare. Mi dispiace moltissimo per chi ci ha seguito fino a qua, sperando che fosse la volta buona. Rimangono due finali di Coppa Italia consecutive che, per un club piccolo come il nostro, è un motivo d’orgoglio; deve essere una spinta importante per tutto l’ambiente, perché se facciamo le cose per bene i risultati arrivano. Mi dispiace per i miei giocatori, di cui sono orgoglioso anche se oggi qualcuno non l’ho visto al meglio; e poi anche per il club perché prima o poi voglio arrivare a vincere. La partita è cominciata con il piede sbagliato da subito, una partita a ritmi bassi non la puoi iniziare 11-2, perché recuperare questo gap contro una squadra così è difficilissimo; infatti non siamo mai stati in vantaggio. Eravamo sempre di rincorsa, li avevamo ripresi ma poi hanno fatto un nuovo strappo; il canestro da tre punti di Daye poi ha “messo il coperchio” ad un’altra rimonta. Gli italiani hanno dimostrato una buona presenza in campo e questo sarà fondamentale da qua alla fine.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.