Draymond Green ammette che è “strano” essere l’ultimo membro della dinastia degli Warriors

Home NBA News

Nelle ultime cinque stagioni, i Golden State Warriors hanno incarnato la definizione di “superteam” del basket dei nostri giorni.
Ora la situazione è totalmente diversa perché Andre Iguodala, Shaun Livingston e Kevin Duran, per vari e diversi motivi, hanno salutato quest’estate. Klay Thompson starà fuori molto tempo e lo stesso succederà a Steph Curry.
Insomma, degli storici californiani è rimasto solo Draymond Green, che ha commentato così la situazione:

“Sarà strano vista la familiarità che abbiamo costruito nel corso degli anni, ma abbiamo avuto altri 10-12 compagni di squadra”, ha detto il Green al San Francisco Chronicle. “Tutti stanno accettando questa situazione. Quindi, non è che io la stia guardando come se fossimo noi quattro e loro, non è così”.

Fonte: San Francisco Chronicle

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.