draymond green

Draymond Green critica la NBA per il rinvio di Warriors-Nuggets

Home NBA News

Questa notte la gara in programma tra Golden State Warriors e Denver Nuggets non si è giocata, undicesima partita della stagione rinviata per troppi contagi da Covid-19. Nelle ultime ore infatti nelle fila dei Denver Nuggets sono risultati positivi coach Mike Malone più Jeff Green, Bones Hyland e Zeke Nnaji, che si vanno ad unire agli infortunati Jamal Murray, Michael Porter Jr, Aaron Gordon, PJ Dozier, Vlatko Cancar e Markus Howard. Troppo pochi i giocatori rimasti a disposizione di Dan Burke, vice di Malone, per scendere in campo. La decisione ha però fatto molto arrabbiare Draymond Green, che comunque non avrebbe potuto giocare perché è nei protocolli anti-Covid.

La stella degli Warriors ha pubblicato diversi tweet criticando il provvedimento della NBA, perché arrivato per una gara distante solo due giorni da un’altra Warriors-Nuggets, disputata la notte tra martedì e mercoledì e vinta da Denver. In quell’occasione erano gli Warriors ad avere tanti assenti: Green stesso, Jordan Poole, James Wiseman, Klay Thompson, Damion Lee e Moses Moody.

“Come fai a continuare a rinviare partite quando hai implementato un regolamento proprio per evitarlo? Non è un vantaggio competitivo per alcune squadre? I giocatori che non avevamo martedì a causa dei protocolli non hanno avuto un impatto nella nostra sconfitta? Scegliete una direzione, ma non state con un piede in due scarpe. Quindi quando una partita viene riprogrammata (cosa che probabilmente avverrà durante una nostra “pausa”), dovremo affrontarli al completo. Ma loro non hanno rosicchiato una vittoria quando noi non eravamo al completo, solo due giorni fa? Cerchiamo di fare delle cose sensate per favore. Senza menzionare che probabilmente questa decisione aggiungerà un back-to-back al nostro calendario, un’altra cosa che avvantaggerà Denver” ha scritto un furioso Green.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.