Draymond Green fa mea culpa: “Ho fatto schifo. Kobe mi ha scritto…”

NBA News

I Golden State Warriors hanno dominato in lungo e in largo in questa stagione, fino a quando non si sono trovati di fronte gli Oklahoma City Thunder. Steph Curry e compagni non avevano mai perso due volte contro la stessa squadra durante la RS, contro OKC ai Playoffs è accaduto tre volte in quattro gare e tra pochi giorni, in Gara-5, potrebbero addirittura già salutare la post-season con un sonoro 4-1.

I fattori sono stati tanti: l’abilità di coach Donovan di leggere la serie e mandare in crisi col quintetto piccolo lo small ball degli Warriors, il talento sterminato di Kevin Durant e Russell Westbrook e, ovviamente, anche molti demeriti dei californiani, irriconoscibili sotto molti aspetti, a cominciare dalla difesa. Curry ha vissuto un incubo durante entrambe le partite giocate a OKC, Draymond Green invece non è proprio entrato nella serie e di lui si è sentito parlare solo per il calcio rifilato ad Adams in Gara-3. L’ala di GS, che in stagione era apparso come uno dei migliori non solo del roster a disposizione di Kerr ma in generale di tutta la NBA, sta mantenendo 11.6 punti, 7.0 rimbalzi e 4.0 assist e 3.3 palle perse di media (12 punti e 2/16 nelle ultime due partite), numeri anche positivi se relazionati con quel che effettivamente ha fatto vedere il giocatore.

In una puntata di Uninterrupted, Green però non è scappato dalle proprie responsabilità ed ha espresso la propria delusione ma anche la propria fiducia per riprendere per i capelli una serie che sembrerebbe, sulla carta, quasi chiusa. Ha raccontato inoltre di un messaggio che gli ha mandato Kobe Bryant dopo la sconfitta in Gara-4:

Sono davvero deluso, soprattutto perché so quel che sono stato per questa squadra negli ultimi anni, so che non possiamo vincere se non porto la mia energia. Non sono scioccato di essere sotto 3-1, se vogliamo migliorare devo essere un leader. Dopo questa gara potete schernirmi liberamente, perché ho fatto f**********e schifo. Non ho paura ad ammetterlo. Penso che se c’è qualcuno che può rimontare in una situazione del genere quelli siamo noi, non ho dubbi che lo faremo. Personalmente devo essere molto meglio di così in campo e lo sarò. Ho ricevuto un sms da Kobe, mi ha detto: “Se fare la storia fosse facile, perché sarebbe importante?”. Ha ragione al 100%, non è facile per niente. Però non dobbiamo essere spaventati, dobbiamo preparaci ad affrontare questa sfida.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.