Draymond Green giura amore eterno ai Golden State Warriors

Home NBA News

Nel momento più difficile della loro storia recente, i Golden State Warriors hanno ricevuto una splendida dichiarazione di fedeltà eterna da parte di Draymond Green.

Con il ritiro di Livingston, le partenze di Durant e Iguodala e soprattutto con gli infortuni di Curry e Thompson, Draymond Green è rimasto l’unico componente degli Warriors vincenti a difendere la maglia di Golden State. A proposito di maglia, l’ala ha apprezzato molto la presenza del suo coach, Steve Kerr, alla cerimonia con cui l’università di Michigan State ha ritirato la sua #23 e a margine di questa serata ha pronunciato parole d’amore per la franchigia californiana: “Ho sempre detto di voler restare in questa squadra per sempre e ciò va oltre i risultati immediati. Non è una questione di vittorie o di stipendio, sono gesti come quello di Kerr a farti restare fedele a una franchigia. La sua presenza qui significa moltissimo per me, avrebbe avuto tante altre cose da fare, lo apprezzo davvero tanto”.

Nei giorni scorsi si era vociferato di tensioni fra i due, anche perché deve essere frustrante ritrovarsi con il peggior record della NBA dopo anni passati ai massimi livelli. Anche dalla parole di Kerr, però, si capisce che il rapporto fra lui e Green ora sia ottimo: “Se penso a cosa Draymond ha significato per gli Warriors e per la mia carriera, essere qui a celebrarlo in una serata così importante è il minimo che io possa fare. È l’occasione giusta per onorarlo e mostrargli il rispetto che merita, è una delle notti più belle della sua vita e io dovevo essere qui”, ha concluso l’allenatore di Golden State.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.