Draymond Green non aveva una grande opinione degli Warriors quando fu draftato

Home NBA News

Oggi, a distanza di 8 anni, Draymond Green è considerato uno dei giocatori più intelligenti della NBA, membro di una squadra che per anni ha dominato la Lega raggiungendo 5 Finals consecutive e vincendo 3 anelli. Ma i Golden State Warriors non sono sempre stati la Dinastia che abbiamo ammirato di recente: nella stagione 2011-12, cioè quella precedente all’arrivo di Green, chiusero con un record perdente di 23-43, terzultimi ad Ovest.

E Green era consapevole che non sarebbe finito in una squadra vincente, almeno in quel momento. “Quando sono sceso dall’aereo, la mia mentalità era ‘Fanc**o tutti, sono qui per prendere il mio posto. Sono qui per aiutare questa squadra a vincere’. Perché erano dei fot***i perdenti” – ha dichiarato il giocatore a NBC Sports Bay Area – “Non avevo mai perso nella mia vita. Quindi sono arrivato facendo trash talking con tutti. Sono arrivato cercando di guadagnarmi più minuti possibile. Volevo provare a cambiare la mentalità di questa organizzazione, che da anni continuava a farsi spaccare la fot***a testa”.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.