Draymond Green su Marquese Chriss: “Tutti danno sempre la colpa al giocatore e non a queste franchigie di m***a”

Home NBA News

Marquese Chriss ha firmato, meno di un mese fa, un contratto con i Golden State Warriors e, viste le sue performance in preseason, con ogni probabilità verrà confermato per la stagione. Il lungo, in quattro partite, ha messo a referto rispettivamente: 8 punti e 6 rimbalzi alla prima contro i Lakers, 11 punti e 8 rimbalzi contro Minnesota, 14 punti e 11 rimbalzi alla seconda contro i giallo-viola e infine 8 punti e 5 rimbalzi alla terza.

Draymond Green, che come ben sappiamo è in prima linea quando si tratta di parlare bene dei compagni, durante l’ultima conversazione con i giornalisti della Baia ha difeso a spada tratta Chriss, che nei suoi primi anni di NBA non ha mai inciso nonostante una ottava chiamata assoluta spesa per lui dai Phoenix Suns nel Draft 2016. Da allora, il giocatore classe 1997 ha giocato con i Suns, con gli Houston Rockets (appena 16 partite) e con i Cleveland Cavaliers (27 presenze). Queste le parole di Green:

Non penso ci siano mai stati dubbi sul fatto che Chriss fosse un giocatore da NBA. Tutti si attendevano una svolta nella sua carriera e sembra che questa svolta stia arrivando. Credo sia stato coinvolto in tante situazioni difficili, e in questi casi la colpa va sempre tutta sul ragazzo. Nessuno dà mai la colpa a queste franchigie di m***a. Tutti danno la colpa al ragazzo e non è sempre così che stanno le cose. Arrivi in questa Lega come un ragazzo e non è mai colpa dell’organizzazione. I giornalisti non criticano mai la franchigia perché siete loro amici, volete che continuino a concedervi tutti gli accessi possibili. Quindi criticate il giocatore e mai l’organizzazione. Perché si tratta di vostre possibilità e di proteggere il vostro futuro. Nessuno protegge questi giovani ragazzi perché si pensa sempre a cosa sia meglio per sé stessi. Nessuno parla delle franchigie, solo dei giocatori e ancora dei giocatori, finché dopo qualche anno questi ragazzi non sono fuori dal giro NBA e si passa al prossimo. Così è come la penso. Nessun giornalista di Phoenix ha mai dato la colpa ai Suns, ma siamo onesti: quando Chriss giocava lì, l’organizzazione era terribile.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.