Due giocatori dei Memphis Hustle cacciati dal proprio volo per aver rubato le coperte

NBA News

I giocatori della G-League, la lega di sviluppo della NBA, hanno molti meno benefici (oltre che uno stipendio di gran lunga inferiore) dei propri colleghi al piano di sopra: uno di questi è il fatto di non avere dei jet privati, ma di dover volere su aerei ordinari insieme agli altri passeggeri. La vigilia di Natale due giocatori dei Memphis Hustle, Marquis Teague (fratello di Jeff) e Trahson Burrell, sono però stati cacciati dal velivolo che doveva portarli da Dallas a Sioux Falls per una cena natalizia insieme agli altri compagni di squadra.

Teague e Burrell viaggiavano in economica, prima della partenza, secondo quanto riportato da Marc J. Spears, due passeggeri della prima classe si sarebbero generosamente offerti di cedergli le proprie coperte, a disposizione dei viaggiatori più facoltosi. Un assistente di volo, accortosi della presenza delle coperte della prima classe addosso a due passeggeri in un’altra zona dell’aereo, ha accusato i due atleti di averle rubate, iniziando un’accesa discussione. Il risultato di questo parapiglia è alla fine stata l’espulsione di Teague e Burrell dal volo, i due sono poi stati costretti a prendere un aereo più tardi ed hanno perso la cena di squadra a cui avrebbero dovuto presenziare.

Già molti hanno commentato l’accaduto parlando di razzismo nei confronti dei giocatori, entrambi afroamericani. La compagnia aerea interessata, l’American Airlines, ha emesso un comunicato ufficiale di scuse ed ha annunciato che indagherà su quanto successo.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.