Durant ha parlato del ritorno in campo alle Finals e dell’influenza che hanno avuto i suoi compagni nella scelta

Home NBA News

Kevin Durant ha confermato che nessuno lo ha costretto a tornare a giocare nelle Finals NBA prima di subire la rottura del tendine d’achille nel suo periodo conclusivo con i Golden State Warriors.
L’attuale stella dei Brooklyn Nets ha partecipato a First Take di ESPN per chiarire cos’è successo a giugno dopo essere tornato da un mese di infortunio al polpaccio in gara 5 contro i Toronto Raptors.

Niente affatto”, ha detto Kevin Durant dopo che gli è stato chiesto se fosse stato costretto a tornare sul parquet. “Come ho già detto, eravamo io e Rick Celebrini ogni giorno a lavorare. Non era solo riabilitazione, era una relazione quasi di amicizia in quel periodo. Nessuno dei miei compagni di squadra mi ha detto qualcosa. Ero uno dei migliori giocatori della squadra, tutti quanti avrebbero voluto il mio ritorno in fretta, ma nessuno mi ha mai detto niente”.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.