Dwight Howard e Chris Paul avrebbero giocato insieme a Houston se non fosse arrivato Rivers a LA

Home

20130801-155236.jpg

ESPN rivela un clamoroso retroscena che avrebbe potuto sconvolgere il panorama NBA per i prossimi anni. Come da loro affermato, Chris Paul avrebbe rivelato alla sua dirigenza che, prima del rinnovo del contratto con i Clippers (quinquennale da 107 milioni totali), tra lui e Dwight Howard c’era già un accordo formale per giocare insieme a Houston le prossime stagioni, accordo saltato grazie a Doc Rivers. La dirigenza dei Clippers sarebbe poi riuscita a convincere CP3 a rimanere proprio scambiando la loro prima scelta per arrivare al coach ex-Celtics. Di questo scenario ne avevamo già parlato alcune settimane fa ed è facile comprendere che effetti avrebbe avuto sulla Lega. I Rockets avrebbero giocato con Harden, Howard e Paul insieme, probabilmente avrebbero scambiato Lin e Asik tenendo però Chandler Parsons. A quel punto, come nel caso di Miami tre anni fa, l’unico ostacolo tra i Rockets e il titolo sarebbe stata la chimica di squadra.

[banner align=”aligncenter”]

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.