Dwight Howard fischiato dai tifosi Magic: “Dopo tutto questo tempo dovrebbero guardare avanti”

Home NBA News

Ieri notte Dwight Howard ieri notte è tornato, per la prima e ultima volta in stagione, ad Orlando da avversario, con i suoi Los Angeles Lakers che hanno ottenuto una vittoria non semplicissima che li ha portati sul 22-3. Howard ha chiuso con 2 punti e 6 rimbalzi, numeri ben lontani da quelli che faceva registrare oltre 7 anni or sono con la maglia dei Magic.

I tifosi presenti all’Amway Center hanno sonoramente fischiato il centro giallo-viola, come ormai accade ogni volta dal 2012, anno del suo burrascoso addio a Orlando proprio per una prima esperienza ai Lakers. I fans della franchigia della Florida non hanno infatti ancora perdonato ad Howard il modo in cui se ne andò, chiedendo il licenziamento di Stan Van Gundy e dando il via, con la sua partenza, ad una spirale di risultati negativi conclusasi parzialmente solo un anno fa con la prima qualificazione dei Magic ai Playoffs del post-Dwight.

Howard, che durante la gara contro Orlando è stato anche coinvolto in una scaramuccia che ha causato le espulsioni di Wes Iwundu e Jared Dudley, nel post-partita, parlando con ESPN, ha commentato il comportamento dei suoi ex tifosi nonostante tutto il tempo ormai passato dalla sua dipartita:

Penso che per tutti ci voglia un po’ per superare qualcosa, ma il tempo dovrebbe guarire le ferite. Se non lo fa, bisogna comunque lasciare indietro tutte queste c*****e. Scusate, ma è così che la vedo. Ho lasciato che molte cose entrassero nel mio cuore, cose che mi hanno trascinato giù. Cose che pensavo dei Magic e di com’è terminata la mia avventura qui. Come sono stato trattato dai tifosi e cose del genere. Ma ho dovuto lasciare andare tutta quell’amarezza. Non serve a nulla tenersela dentro. Quando l’ho lasciata andare, la mia vita è migliorata molto. Ora sono più libero.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.