È polemica tra le file della Germania: Dennis Schröder attacca Fleming e le sue scelte

Home

Nelle dichiarazioni post-partita, il play della nazionale tedesca, Dennis Schröder, ha criticato il proprio allenatore, che non ha tardato a rispondere.

Dennis Schröder crea scompiglio negli spogliatoi della Germania con delle dichiarazioni scottanti (sportschau.de).
Dennis Schröder crea scompiglio negli spogliatoi della Germania con delle dichiarazioni scottanti (sportschau.de).

Ancora una volta la nazionale italiana crea scompiglio attorno alle squadre avversarie, seppur indirettamente. Dopo il caso-Mirotic, ecco che in Germana tiene banco il caso-Schröder – o caso-Fleming, a seconda dei punti di vista. Soggetto della polemica sono infatti le parole del play degli Atlanta Hawks indirizzate al proprio coach, Chris Fleming.

Schröder ha dichiarato di non essere convinto della decisione presa dal proprio allenatore di commettere fallo sistematico su Gentile. Il giocatore si riferisce all’azione che si è sviluppata a 27 secondi dal termine dell’incontro: con la propria squadra in vantaggio di tre punti sul 72-75 e la palla in mano agli azzurri, Fleming ha ordinato ai propri giocatori di commettere fallo sul portatore di palla, per evitare che con una tripla si potesse pareggiare l’incontro. L’idea non ha avuto esito positivo, però, poiché dopo i due liberi realizzati Gentile anche l’Italia ha mandato di proposito Schröder in lunetta, con il nativo di Braunschweig che ha realizzato un solo tiro libero e permesso al solito Gallo di forzare l’Overtime con un canestro da due.

Ecco le dichiarazioni di Schröder, rilasciate ai colleghi della stampa tedesca:

È una decisione che non ho capito, ho anche sconsigliato al coach di fare fallo e di avere fiducia nella nostra difesa; in ogni caso loro [l’Italia, ndr.] avrebbero potuto al limite forzare i supplementari. Invece abbiamo fatto fallo, poi abbiamo sbagliato due tiri… non lo trovo intelligente.

L’attacco di Schröder è stato addolcito un po’ da un signor giocatore come Dirk Nowitzki, che con la classe che lo contraddistingue ha cercato di mediare tra il compagno di squadra e l’allenatore:

Capisco Dennis, in NBA non facciamo mai così, ma so che qui in Europa lo fanno tutti. Anche qui nella preparazione a Eurobasket lo abbiamo fatto e funziona spesso a dire il vero.

Chris Fleming, attaccato da Schröder, risponde senza mezze misure (snipview.com).
Chris Fleming, attaccato da Schröder, risponde senza mezze misure (snipview.com).

Tuttavia, nonostante l’intervento diplomatico di Wunderdirk, non è mancata la risposta di coach Fleming, che di fronte alle telecamere ha argomentato le proprie decisioni, lanciando anche una mezza frecciatina al proprio play:

Dennis forse non conosce gli italiani così bene come li conosco io. Negli ultimi 24 secondi di gioco ho sempre fatto fare fallo, perché togli al tuo avversario la possibilità di vincere: eravamo davanti di tre e con il fallo subisci al massimo due punti, se non addirittura uno o zero. Inoltre era chiaro che poi avremmo subito il fallo sistematico noi e con questo giochino bisogna valutare chi avrà l’ultimo possesso. Non penso che questa tattica sia sbagliata o tanto strana…

Molto probabilmente si tratta solo di dichiarazioni a caldo, dovute all’alto carico di tensione che comporta una partita decisa negli ultimi 36 secondi finali. Gli screzi – o presunti tali – verranno risolti negli spogliatoi. Rimanere coesi e uniti sarà fondamentale per Schröder e compagni, considerando che le speranze di qualificazione della Germania saranno strettamente collegate all’esito della sfida contro la Spagna nell’ultima gara della fase a gironi.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.