Ecco perché il numero 88 dovrebbe sparire dallo sport italiano

Serie A News

Il numero di maglia 88 dovrebbe essere proibito nello sport italiano perché inneggia al nazismo.

È la richiesta avanzata da Milena Santerini, coordinatrice nazionale per la lotta contro l’antisemitismo alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, limitandosi alla Serie A di calcio ma con un discorso che può essere ampliato a ogni livello.

L’88 nel linguaggio neo-nazista esprimerebbe il saluto di Adolf Hitler, come spiegato dalla stessa Santerini: “I numeri 8-8, nell’uso che ne viene fatto da vari attivisti neonazisti, corrispondono a due H (ottava lettera dell’alfabeto) e alludono ‘in codice’ al saluto Heil Hitler. Anche se qualche giocatore fosse inconsapevole del riferimento, le squadre sono fermamente invitate a non usarlo. Un simbolo di questo genere, anche inconsapevole – ha aggiunto – non può essere usato per gioco o ostentando innocenza. Significa sofferenza e violenza, un’ideologia di morte che ha diviso gli esseri umani tra degni e indegni, e ha scatenato violenza inenarrabile”.

Vedremo se l’appello verrà accolto dai vertici del nostro sport.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.