Eurolega: il derby di Istanbul lo conquista in casa l’Efes, contro un Darussafaka duro a morire

Coppe Europee Eurolega Home

ANADOLU EFES ISTANBUL – DARUSSAFAKA DOGUS ISTANBUL 93-81

(25-19, 17-19, 22-18, 29-25)

Quintetti:

EFS: Brown, Osman, Paul, Granger, Dunston
DDI: Wilbekin, Wanamaker, Clyburn, Moerman, Zizic

La gara

Bastano una manciata di secondi dall’inizio perchè l’Efes subito piazzi la tripla che passa per le mani di Paul. Wilbekin però non sta a guardare e trova il fondo della retina. Per lunghi minuti il risultato rimane fisso sul 5-2, a causa di una notevole moltitudine di errori per entrambe le compagini. Superata la metà del primo quarto i padroni di casa concretizzano il primo vero vantaggio portandosi sopra di 6. Il DDI soffre e non riesce a coprire i due possessi di ritardo che hanno accumulato, almeno fino a poco più di due minuti dal termine, quando si rifanno sotto, per poi arretrare nuovamente e chiudere il quarto 25-19, graziati da una tripla sbagliata di Honeycutt. Si riprende e questa volta sono gli ospiti che prendono in mano le redini del gioco e realizzano 4 punti in fila che vale il -2, per poi diventare -1 con i tiri liberi concessi ad Aldemir che fa 1/2. Ci vuole qualche minuto prima che l’Efes sblocchi il tabellone, ma una tripla di risposta degli avversari porta il primo pareggio del match 27-27. Da qui in poi si procede in modo equilibrato, a 4 minuti dalla pausa lunga il Darussafaka trova il primo vantaggio, riescono a gestirlo sino quasi al termine quando però l’Efes si risveglia e chiude il primo tempo 40-38. Si riprende e il quarto si caratterizza per i continui avvicendamenti al comando, entrambe le compagini sembrano più concentrate e aggressive rispetto ai quarti precedenti. Siamo a 3:23 quando una tripla di Heurtel riporta in vantaggio l’Efes; un vantaggio che, nonostante gli assalti del Darussafaka, riesce a mantenersi e incrementarsi sino allo scadere dei 10 minuti (64-56). Avvio dell’ultima frazione di gioco per portarsi a casa la vittoria, e subito Osman commette fallo concedendo due punti facili a Wanamaker. Gli ospiti sembrano essere calati leggermente rispetto al più aggressivo terzo quarto, e si ritrovano ad inseguire gli avversari. Ma il DDI non è morto, a 4 dal termine si rifanno sotto e sono di nuovo a -2 (77-75). Il punteggio raggiunto dagli ospiti però non si schioda fino alla fine quando trovano qualche realizzazione, mentre gli avversari hanno iniziato a prendere il largo. Sotto il minuto di gioco ormai è troppo tardi per tentare l’impossibile. L’Efes si dimostra alla lunga più tenace e conquista la vittoria per 93-81.

Migliori in campo

EFS: Paul 21 punti, 2 rimbalzi, 2 assist
DDI: Wanamaker 24 punti, 5 rimbalzi, 6 assist

Tabellini

EFS: Thomas 5, Honeycutt 8, Balbay DNP, Brown 12, Osman 4, Geyik DNP, Granger 9, Heurtel 17, Mutaf 0, Paul 21, Dunston 14, Kirk 3.

DDI: Wilbekin 1, Yagmur 0, Batuk 10, Wanamaker 24, Clyburn 8, Moerman 11, Aldemir 1, Savas DNP, Anderson 0, Zizic 16, Bertans 10, Harangody 0.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.