Ekpe Udoh e Chimezie Metu in coro: “La Nigeria non paga per cibo, viaggi e allenamenti”

Home Nazionali World Cup 2019

A meno di due settimane dal Mondiale, dopo gli scioperi proclamati dai giocatori di Costa d’Avorio e Venezuela, i problemi economici hanno colpito anche la Nigeria. Nelle scorse ore, due dei giocatori più talentuosi della formazione africana, Ekpe Udoh e Chimezie Metu, si sono pubblicamente lamentati su Twitter della mancanza della disponibilità monetaria della Commissione Sportiva Nigeriana per sostenere i costi delle attrezzature, dei viaggi e perfino del cibo durante la preparazione alla FIBA World Cup 2019.

“Caro mondo sportivo, a due settimane dal Mondiale, la Commissione Sportiva Nigeriana si rifiuta di dare i soldi allocati per i nostri allenamenti, viaggi e cibo! Abbiamo una squadra speciale e forse la migliore di sempre. Spero che tutto si risolva presto… Comunque non sono sorpreso” ha scritto Udoh su Twitter.

“E’ stato un onore e un privilegio giocare e rappresentare la Nigeria in preparazione della FIBA World Cup. La Commissione Sportiva Nigeriana però si rifiuta di elargire i soldi per gli allenamenti, il cibo, i viaggi e l’equipaggiamento per prepararci nel modo giusto. E’ molto difficile, dal momento che il presidente della Federazione, lo staff e anche i giocatori devono pagare di tasca propria per tutto. Spero che tutto si risolva tra e più alte autorità, così che io e i miei compagni possiamo continuare a prepararci con l’obiettivo di centrare il podio al Mondiale” ha seguito a ruota Metu, giocatore dei San Antonio Spurs.

Foto: fiba.basketball

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.