Elmore non basta, Trieste perde di venti a Koper dopo un brutto secondo tempo

Serie A Recap

K.K. KOPER PRIMORSKA – PALLACANESTRO TRIESTE 83-63

(20-16; 17-17; 22-11; 24-17)

All’ “Arena Bonifika” di Koper, senza Strautins e Da Ros, la Pallacanestro Trieste ha ceduto ai danni dei padroni di casa con il punteggio di 83-63. Test impegnativo per i giuliani, i quali hanno affrontato una compagine della Lega Adriatica (ABA). Gli ospiti hanno retto per i primi venti minuti per poi sciogliersi come neve al sole nel secondo tempo (46-28). L’MVP dell’incontro è stato Zan Sisko, autore di quattordici punti, conditi da otto assist, coadiuvato da Holt, Marinkovic e Lazic, capaci di realizzare trentasei punti in tre. Per la compagine giuliana non sono bastati i diciotto punti di Jon Elmore ed i dodici di DeQuan Jones.

Trieste parte forte con un 4-0 di parziale firmato Peric-Elmore. Gli sloveni, però, recuperano presto con due canestri di Marinkovic e poi passano a condurre con Jagodic. Ci pensa allora Justice a riportare avanti i giuliani. Tocca allora a Holt e Harris far reagire la squadra di casa, ma Jones risponde presente per Trieste. Gli italiani chiudono così a -3 il primo quarto. Nel secondo periodo Holt e Cakarun firmano un parziale di 7-0, aumentando il distacco di Koper fino al +11. Jones e Elmore provano a ridurre le distanze, ma Lazic e Marinkovic tengono a distanza gli sloveni, che restano a +8. Ancora Elmore riduce poi il distacco di Trieste a -4. Capodistria però si affida a Sisko e Harris per tornare in doppia cifra e in controllo della gara. Solo nel finale Justice riduce il distacco ospite nuovamente a -4 e il primo tempo si chiude 37-33.

All’inizio del secondo tempo i giuliani hanno il merito di ricucire sul 39-36 ma gli sloveni allungano nuovamente con un break di 8-2 (47-38 al 25’) grazie alle scorribande di Zan Sisko e Ivan Marinkovic. Colui che è in grado di tamponare l’emorragia triestina è Fernandez, autore della tripla del 47-41, ma a questo punto il KK rilancia, contrattacca ed allunga in maniera importante con un parziale di 12-3. I protagonisti di questo momento sono Stephen Holt ed una difesa estremamente coriacea la quale ha permesso a Koper di fissare il risultato sul 59-44 al trentesimo. Nell’ultimo quarto i ritmi calano leggermente e, grazie a ciò, i gialloblu controllano il punteggio e mantengono Trieste a distanza di sicurezza. I biancorossi risultano imprecisi, poco solidi e non ancora collaudati nonostante questa sia la decima partita del loro precampionato. E così è Koper a spuntarla dinanzi ai millecinquecento spettatori, tra cui numerosi triestini, i quali hanno assistito anche a due alley-oop spettacolari che hanno rappresentato a pieno la sofferenza giuliana del secondo tempo, che si è concluso sul punteggio finale di 83-63.

TABELLINI

KK Koper: Holt 13, Harris 6, Cakarun 8, Hrovat n.e., Baric n.e., Kosi n.e., Lazic 10, Marinkovic 13, Hodzic 0, Jagodic 9, Dimec 7, Nemanic n.e., Sisko 14, Voncina 3. Rimbalzi 48 (Jagodic 10). Assist 21 (Sisko 8).

Pallacanestro Trieste: Coronica 0, Cooke 6, Peric 10, Fernandez 3, Jones 12, Janelidze 1, Cavaliero 0, Mitchell 2, Elmore 18, Justice 11. Rimbalzi 36 (Cooke 12). Assist 8 (Fernandez 3).

Fabio Silietti e Giampaolo Toselli

 

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.