Erik Spoelstra: “Tenere fuori Wayne Ellington mi fa venire male allo stomaco”

NBA News

Ci sono giocatori che non sono sempre sotto i riflettori o non segnano 30 punti a partita, ma che riescono a rimanere nei cuori dei tifosi e degli allenatori. E’ il caso di Wayne Ellington, che da un paio di stagioni e mezza ha trovato ai Miami Heat la propria casa: lo scorso anno la guardia aveva giocato 77 partite con 11.2 punti di media, tirando col 37% da tre.

Quest’anno la crescita di Justise Winslow e di Josh Richardson hanno chiuso un po’ di porte all’ex Nets, che nelle ultime 12 uscite degli Heat ha messo piede in campo solo 4 volte, e solo in un’occasione per più di 5′ (17′ in una sconfitta netta contro Memphis). Ma sebbene non trovi posto per lui sul parquet, Erik Spoelstra ha espresso parole di grande stima nei confronti di Ellington: “Non poter schierare Wayne mi fa venire male allo stomaco”.


Dal canto suo Ellington non ha sollevato alcuna polemica per lo scarso utilizzo, limitandosi a dichiarare: “Lavoro e sto in palestra. E’ terapeutico per me. Posso controllare solo quello che posso controllare. E’ tutto ciò che posso fare in questo momento. Continuare a dare tutto per la squadra, essere un bravo compagno e godermi il successo che stanno avendo i nostri ragazzi”.

  • 67
  •  
  •  
  •  

Commenta

Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.